Etsy: come vendere sul marketplace degli artigiani

Etsy

Gratuitamente

Rimani sempre aggiornato e impara ogni giorno!

Anche tu vuoi imparare a muoverti meglio sul mondo del web, marketing e design? Iscriviti e riceverai contenuti esclusivi.

Tra i vari eCommerce che si concentrano su prodotti vintage o artigianali, Etsy è uno dei più popolari marketplace. Per vendere su Etsy, dovresti principalmente occuparti di oggetti fatti a mano, articoli vintage e prodotti artigianali.

Abbigliamento, fotografia, arte, gioielli, cosmetici, prodotti alimentari e tante altre cose fanno risaltare Etsy tra i tanti altri mercati.

Non solo: Etsy è anche compatibile con piattaforme Open Source e SaaS come Shopify, Magento e WooCommerce. Pertanto, i venditori non vedono l’ora di collegare i loro negozi online (basati su queste piattaforme) con un negozio Etsy. Alla fine di questa mia guida, imparerai a vendere con successo su Etsy nel 2021.

Secondo i dati relativi al 2020, Etsy è popolato da 3,1 milioni di venditori e ha più di 60 milioni di acquirenti attivi.

Ha, inoltre, più di 60 milioni di prodotti sul suo sito web. I ricavi di Etsy per Q2 Revenue e GMS nel 2020 sono rispettivamente del 146% e del 136%. Gli acquirenti attivi nel secondo trimestre sono stati 60,27 milioni, in aumento del 41% su base annua dai precedenti 42,74 milioni.

Alcuni dati interessanti per i potenziali venditori (in base al secondo trimestre del 2020):

  • Totale venditori attivi su Etsy: 3,1 milioni
  • Totale acquirenti attivi su Etsy: 60,27 milioni
  • Acquirenti abituali su Etsy: 40,1%
  • Venditrici Etsy donne: 86% (come nel 2014)
  • L’età media dei venditori Etsy: 39 anni
  • Numero di prodotti elencati: 65+ milioni
  • Vendite annuali lorde di merce: 4,97 miliardi di dollari (nel 2018)
  • Quota di traffico diretto e organico: 71,24%
  • Percentuale di traffico di visitatori da dispositivi mobili: 66%

Sul mio blog puoi imparare quali siano i migliori consigli su come avviare una attività online. Ho scritto, per esempio, un articolo su come vendere su Amazon mediante il suo programma FBA, ora scopriamo una nuova potente risorsa: Etsy!

Vantaggi della vendita su Etsy

Vendere su Etsy

In precedenza, gli artigiani vendevano i loro prodotti esclusivamente alle fiere e ai mercati. Mentre Internet ha aperto nuove strade nel mondo delle vendite al punto tale da essere sfruttato dai venditori per raggiungere acquirenti tanto dall’altra parte del mondo quanto appena sotto casa, gli artigiani professionisti non hanno mai sentito il bisogno di creare un loro sito web.

Poi è arrivato Etsy che ha consentito a ogni rivenditore artigiano di creare un negozio online personalizzato, perfetto per il business online, utilizzando la procedura guidata di configurazione di base. È un metodo semplice, veloce ed efficace per raggiungere i clienti.

a) Vetrina personalizzata:

Come pochi altri marketplace, Etsy è in grado di offrire: una vetrina personalizzata e cioè una sorta di negozio online presente su Etsy. Consente agli aspiranti commercianti di mostrare tutti i loro articoli in un unico posto, personalizzare il loro negozio, inserire un logo, degli slogan e creare le proprie politiche.

I venditori su Etsy che si occupano della stampa di indumenti hanno la loro vetrina brandizzata. Mettono le immagini dei loro prodotti nelle loro foto di copertina, includendo magari la causa in cui credono e un loro eventuale motto. Solitamente mettono anche il loro nome utente di Instagram sulla foto di copertina per invogliare il loro pubblico a dare un’occhiata alla loro pagina e magari seguirli. In più Esty ha ora consentito ai venditori con prodotti POD (print on demand) di vendere sulla sua piattaforma. Ora puoi vendere i tuoi disegni personalizzati su vari tipi di prodotti, magliette con stampe personalizzate, tazze, cuscini ecc.

b) Pubblico enorme:

Come già accennato, Etsy ha una grande comunità molto attiva, composta da oltre 33 milioni di utenti e, tra questi, il 40% sono acquirenti abituali. È una testimonianza del potere di Etsy. Queste sono ottime metriche che costringono i commercianti a prendere in seria considerazione di aprire il loro negozio su Etsy e iniziare a vendere il prima possibile.

c) Coinvolgimento dei clienti:

Un’altra flessibilità che Etsy offre ai venditori di terze parti è quella di coinvolgere i loro visitatori. Consente ai venditori di terze parti di mettere da parte i social media, rilasciare coupon e raccogliere email per consentire loro di interagire personalmente con il loro pubblico mirato.

d) Politiche di spedizione proprie:

I venditori Etsy si occupano delle loro inserzioni. Possono definire le politiche relative a spedizione, restituzione e cambio. Questo perché la maggior parte dei venditori è part-time, quindi non possono offrire politiche di spedizione e rimborso competitive come i colossi dell’eCommerce ed Etsy lo capisce benissimo. Permette quindi loro di decidere le proprie politiche.

La garanzia di spedizione gratuita di Etsy sugli ordini consente un aumento delle vendite e motiva gli acquirenti a fare acquisti all’ingrosso. Gli acquirenti adorano vedere queste magiche parole “Spedizione gratuita” e non vogliono spendere praticamente nulla per portarsi a casa i prodotti.

e) Presenza M-Commerce:

Etsy ha un’ottima app mobile che avvantaggia anche i venditori di terze parti. La quota di traffico di visitatori da mobile su Etsy era del 66% nel 2017 e anche la quota mobile del totale Valore lordo della merce venduta su Etsy nel 2017 era del 51%. Secondo statistiche, nel 2019, la percentuale di vendite condotte mediante dispositivi mobili su Etsy è aumentata a circa il 6% dal primo trimestre del 2017. Pertanto, offre un’eccellente presenza di mobile commerce ai venditori online di Etsy. Nel 2020 il totale del valore dei prodotti venduti è salito da 1,09 miliardi di dollari USA a 2,69 miliardi di dollari USA.

f) Pagamento a rate:

L’ultima novità è che ora gli acquirenti possono facilmente acquistare oggetti e pagarli a rate. I venditori Etsy riceveranno il pagamento completo dell’ordine in modo che possano spedire ed elaborare la consegna in tempo ma il cliente avrà la possibilità di pagare a rate. Sia i venditori che gli acquirenti ne trarranno quindi vantaggio. Le aziende con sede negli Stati Uniti possono già usufruire di questo aggiornamento per attirare maggiori potenziali acquirenti. Successivamente verrà comunque implementato anche in altre zone.

g) Annuncio off-site di Etsy:

Con i nuovi annunci off-site, Etsy ha riformato lo strumento pubblicitario interno. I venditori precedenti dovevano investire in inserzioni, promozioni e annunci Google. Ma con il nuovo aggiornamento, i venditori non devono più farlo. I nuovi annunci off-site di Etsy promuovono i tuoi prodotti sulla piattaforma e altri siti elencati sotto gli annunci off-site. La parte migliore è che paghi solo quando l’acquirente clicca sull’annuncio e acquista entro 30 giorni dall’inizio dello stesso. Etsy ha costantemente supportato le PMI durante il dilagare della pandemia del COVID19 e la rinuncia alle tariffe dell’inserzione off-site è uno dei contributi più importanti. I venditori in erba possono facilmente ampliare le loro vendite raccogliendo un vasto pubblico.

Quali sono gli articoli più cercati e acquistati su Etsy?

Etsy Store

Etsy è il mercato progettato per i creatori, dove venditori di tutto il mondo si connettono per creare, vendere e acquistare prodotti unici. Ti starai chiedendo esattamente cosa vendere su Etsy. Le categorie principali disponibili principalmente per i venditori di Etsy sono:

  • Articoli fatti a mano,
  • Articoli vintage (appartenenti almeno a 20 anni fa) 
  • Forniture artigianali

Secondo il rapporto di Etsy del 2016, l’87% dei venditori di Etsy sono donne, il che ci porta al fatto che gli articoli più popolari sono oggetti fatti a mano unici personalizzati che comprendono adesivi, gioielli personalizzati, artigianato e forniture.

Più il prodotto è creativo e accattivante, più tende a comparire nei risultati di ricerca. Diversi venditori di Etsy escogitano tattiche per rendere il loro prodotto tematico ma semplice. Gli articoli più venduti su Etsy di solito contengono un pizzico di tocco personale.

Quali sono i costi per il venditore?

Esistono diversi tipi di commissioni applicate quando vendi su Etsy. Queste sono:

  • Commissioni di quotazione
  • Etichetta di spedizione o costi di consegna
  • Commissioni di transazione
  • Commissioni di elaborazione dei pagamenti 
  • I.V.A.

a) Listini prezzi su Etsy

Fare un listino prezzi online sul sito di Etsy o sull’app Etsy costa 20 centesimi (di dollaro) e resta online per quattro mesi (variazioni escluse). La funzione di rinnovo automatico di Etsy rinnoverà l’elenco ogni quattro mesi, addebitando i 20 centesimi ogni volta, a meno che non cancelli ogni listino.

Una volta scaduto, puoi impostare un’opzione di rinnovo automatico oppure puoi rinnovare manualmente le inserzioni e per ciascuna inserzione verranno applicati gli stessi 20 centesimi della quota relativa al listino.

Inoltre vengono addebitati 20 centesimi per ciascuna delle quantità aggiuntive vendute all’interno di una singola transazione. Significa che se vendi più inserzioni in 1 ordine, verranno addebitati 20 centesimi su ogni articolo. Ti consiglio di leggere tutte le informazioni sulla tariffe di creazione listino e di inserimento delle quantità.

b) Costi di spedizione

La tariffa impostata per consegnare un articolo include diversi fattori come distanza, dimensione, peso e vettore di spedizione. I venditori Etsy di Stati Uniti, Canada, Regno Unito e Australia che accettano pagamenti tramite Etsy Payment o PayPal possono utilizzare le etichette di affrancatura/spedizione di Etsy.

I principali corrieri di Etsy sono USPS, FedEx, Canada Post, Royal Mail e Australia Post. I venditori Etsy possono acquistare etichette postali da questi corrieri alla tariffa da loro offerta.

Le spese di spedizione includono anche le tariffe Primarie e Secondarie, il che significa le spese di spedizione applicabili per un singolo articolo o per più articoli da uno qualsiasi dei rispettivi corrieri. Puoi consultare i termini e le linee guida dell’operatore tramite il centro aiuti di Etsy.

Tutte le tariffe per l’etichetta di affrancatura vengono visualizzate separatamente sul conto dei pagamenti e specificheranno il nome del fornitore di servizi e il numero dell’etichetta di affrancatura. Vi consiglio di leggere la guida alla spedizione per principianti per avere più informazioni in merito.

c) Commissione di transazione

La commissione di transazione costituisce il 5% del valore totale di un prodotto. Inoltre, se un venditore sceglie il “Pagamento immediato” di Etsy, viene applicata una commissione del 3%.

Paragonandolo ai costi di creazione di un sito web con al suo interno un carrello della spesa e un account commerciante (che addebita anche le spese di gestione), Etsy è un’opzione ragionevole. Etsy non è solo pratico ma anche abbastanza flessibile da consentirti di vendere prodotti dal tuo negozio online.

Etsy Plus offre numerosi strumenti per far crescere il tuo marchio o aumentare il riconoscimento del tuo marchio, i venditori Etsy con l’iscrizione a Etsy plus devono pagare 10 dollari al mese come quota di abbonamento.

Se utilizzi Etsy Square per creare il tuo annuncio multiplo a una tariffa scontata di 20 centesimi, esso verrà identificato come “commissione di vendita in persona” in cui verranno applicate le commissioni di elaborazione del pagamento di Square.

d) IVA

L’imposta sul valore aggiunto è l’imposta applicata su ogni nuova fase della produzione al punto vendita. Ogni qualvolta si specifica un valore aggiuntivo ai prodotti o ai servizi, l’aliquota d’imposta si aggiunge al costo di produzione. La tariffa varia a seconda della categoria di prodotto e della regione in cui viene prodotta.

  • L’IVA sulla commissione di elaborazione
  • Il venditore servizi IVA 
  • L’IVA addebitata in alcuni stati

Poi ci sono commissioni varie coinvolte; tuttavia, questi sono soggettivi. Verrà riscosso solo se utilizzi funzionalità come la commissione di elaborazione dei pagamenti di Etsy, la conversione della valuta del deposito (è il 2,5% del tasso di mercato), le inserzioni promosse, gli annunci di Google Shopping e le offerte mirate (0,10 dollari per ogni email mirata inviata).

Idoneità alla vendita su Etsy (permessi e licenze)

L’obiettivo principale di Etsy come marketplace è offrire una piattaforma in cui gli acquirenti possano vivere finalmente esperienze positive. Ha lo scopo di offrire ai sui acquirenti ciò che non si riesce a trovare da nessun’altra parte, in modo rapido. Stabilisce varie categorie in base a cosa può essere venduto o meno su Etsy.

a) Cosa può essere venduto: Etsy è un mercato unico che consente la vendita di prodotti fatti a mano progettati da te, articoli vintage e forniture artigianali che includono strumenti, ingredienti o materiali.

b) Cosa non può essere venduto: anche se soddisfi tutti i termini e i criteri del marketplace, esistono categorie specifiche di prodotti e servizi vietati che naturalmente non sono consentiti su Etsy.

Come detto, Etsy è un mercato aperto ma c’è sempre confusione tra i venditori su cosa sia possibile vendere e cosa no. Etsy ha comunque regole specifiche per il produttore e per i loro permessi commerciali.

Offre parità di condizioni a tutti. Queste informazioni saranno cruciali per coloro che hanno appena iniziato. Quindi ci sono tre cose da sapere:

  • Informazioni relative al produttore: dipendono dalla posizione finale in cui è stato assemblato un prodotto
  • Problemi di conformità con le licenze aziendali: dipende dalla posizione dell’acquirente, dalla sede dell’attività e dall’articolo che stai vendendo su Etsy
  • Politiche del negozio: sottolinea le linee guida da seguire durante l’impostazione delle politiche del negozio.

Regole di produzione Etsy

Come discusso in precedenza, la posizione finale del produttore dipende da dove il prodotto ha preso la sua forma finale. Va fatta però una distinzione:

  • Se i prodotti non cambiano forma: qui, il sito di produzione sarà il luogo in cui l’articolo è stato realizzato, prodotto o coltivato
  • Prodotti che cambiano forma: qui, il luogo di produzione sarà il luogo in cui l’oggetto ha preso la sua forma definitiva

Queste regole si applicano per i venditori di tutto il mondo.

Licenze aziendali per vendere su Etsy

Come già accennato, la licenza commerciale dipende anche dallo stato, paese o comune in cui si trova la tua attività. Tuttavia, trascurare questi regolamenti causerà il pagamento di una multa al venditore. Molti stati richiedono ai venditori Etsy di riscuotere l’imposta sulle vendite. A seconda dello stato in cui gestisci la tua attività, queste regole sono applicabili.

A tal proposito è fondamentale la dichiarazione del giugno 2018 della Corte Suprema degli Stati Uniti. La corte ha ordinato agli stati di imporre ai venditori di riscuotere l’imposta sulle vendite anche se non hanno una presenza fisica in quello stato. I venditori online dovranno registrarsi per una licenza e raccogliere e versare le imposte sulle vendite in tutti gli stati che impongono un’imposta sulle vendite laddove soddisfino i requisiti di nexus della legge fiscale.

  • Vendite fisiche VS digitali: alcuni stati richiedono informazioni sulla riscossione delle imposte sulle vendite sia per i prodotti digitali che per i prodotti fisici, mentre alcuni si limitano solo ai prodotti fisici.
  • Nomi aziendali fittizi: se vendi prodotti con un nome diverso dal tuo, potresti dover registrare un Doing Business As (DBA) presso il tuo stato o località, anche se non ti viene richiesta la licenza.
  • Vendita di alimenti su Etsy: se vendi prodotti alimentari nel tuo negozio Etsy, potresti dover essere certificato dal Dipartimento della sanità locale per vendere online.
  • Hobby o attività a scopo di lucro: hai gli stessi requisiti di licenza commerciale per il tuo negozio Etsy se è solo un hobby? Beh, dipende dallo stato: alcuni potrebbero richiedere licenze, mentre altri no. Verificate con le autorità fiscali statali e locali per rispondere a questa domanda.
  • Informazioni richieste nei profili dei partner di produzione: i profili dei partner di produzione possono essere creati durante il processo di quotazione utilizzando il manager dei partner di produzione. Il nome effettivo di ogni partner di produzione con cui lavori deve essere divulgato a Etsy in ogni profilo.

La sezione Informazioni e le politiche del negozio

La sezione delle informazioni sul tuo negozio rappresenta un’opportunità per raccontare alla comunità di Etsy la fantastica storia del tuo negozio e le persone che stanno dietro i tuoi articoli. Nella sezione delle politiche del negozio, dovresti fornire brevi descrizioni di ciò che i tuoi acquirenti si possono aspettare da te.

I venditori devono ottenere una panoramica dettagliata delle regole di produzione e licenze aziendali di Etsy prima di entrare a far parte di esso.

5. Come vendere su Etsy: fai domanda e apri il tuo negozio

Etsy è un mercato aperto, il che significa che non è necessario essere venditori esperti o essere pre-approvati in qualche modo da Etsy per vendere. Pertanto, se volessi iniziare, tutto ciò che dovrai fare è visitare la pagina di Etsy, inserire le informazioni richieste, configurare il tuo negozio e cominciare a prendere confidenza con la piattaforma. Vediamo i dettagli:

Passaggio 1: Inizia

Registrazione Etsy
  • Crea un account e leggi tutte le politiche per assicurarti che l’offerta di prodotti su Etsy sia l’ideale per te e la tua azienda.
  • Appena registri un account Etsy, crea il tuo profilo e la tua biografia.
  • Puoi registrarti fornendo un indirizzo email, una password e nome utente o registrarti direttamente utilizzando il tuo account Google o Facebook.

Passaggio 2: dopo aver creato il profilo, crea il tuo negozio

  • Clicca su “Vendi su Etsy” nella parte in alto a destra della pagina o “Apri un negozio”. Una volta fatto questo. Verrai reindirizzato alla pagina del tuo negozio in cui ti verrà richiesto di inserire le informazioni riguardanti:

1. Preferenze del negozio

2. Nome del tuo negozio

3. Stock del tuo negozio

4. Metodi di pagamento

5. Impostazioni di fatturazione

  • Nell’opzione Preferenza negozio, inserisci la lingua del negozio, il paese, la valuta e la categoria.
  • Nell’opzione Assegna un nome al negozio, scegli il nome del negozio.
  • Fai la tua prima pubblicazione. Può essere una cosa reale o una registrazione computerizzata.
  • Nella sezione Stock del negozio ti viene richiesto di inserire l’inventario, ha campi aggiuntivi come Titolo, Informazioni, Descrizione, Categoria, Prezzo, Quantità. Successivamente, inserisci tutti i termini altamente ricercati che aumentano la visibilità del tuo articolo. Puoi aggiungere: fino a 13 etichette e fino a 13 ingredienti
  • Inoltre, è necessario inserire i dettagli richiesti per la spedizione del prodotto: costi di spedizione, codice postale di origine, tempo di elaborazione, dove verrà spedito, servizi legati alla spedizione, eventuale spedizione gratuita
  • Nella sezione “Come verrai pagato”, inserisci i tuoi dati bancari per ricevere i pagamenti. Includi le tue informazioni di fatturazione. Potrebbe essere necessario inserire la carta di credito o platino, i dettagli di PayPal e i punti di interesse bancari.
  • Nella sezione delle impostazioni di fatturazione, inserisci i dettagli della carta di credito per le detrazioni relative alla quota di iscrizione.

Passaggio 3: dopo aver creato il tuo negozio, utilizza le sezioni del negozio

  • Includi le politiche del tuo negozio
  • Aggiorna la sezione “Informazioni” del tuo negozio
  • Utilizza i segmenti del negozio per ordinare i tuoi prodotti in modo che gli acquirenti possano trovare la strada per il tuo negozio.

Passaggio 4: il passaggio successivo è la pubblicità, il branding e il progresso del negozio

  • Garantisci l’ottimizzazione dei dettagli del tuo negozio per la ricerca Etsy. Prova a includere la tua posizione con l’obiettivo che il tuo negozio possa essere trovato nelle missioni vicine.
  • Offri sconti ai tuoi acquirenti con offerte e coupon.
  • Puoi controllare le migliori pratiche SEO e social media di Etsy per rafforzare il tuo marchio.

Passaggio 5: gestione del negozio

Puoi anche guardare questo video per una guida passo passo all’onboarding su Etsy

Come attirare traffico migliorando le inserzioni di Etsy

Sito Etsy

Per attirare traffico verso il tuo negozio Etsy, è fondamentale capire “Come funziona l’algoritmo di ricerca di Etsy”. Ecco cinque fattori che influenzano la ricerca di Etsy:

  • Elenco ottimizzato per il comportamento di ricerca SEO e UTENTE: questo è uno dei fattori più dominanti nell’algoritmo di ricerca di Etsy, poiché abbina il termine di ricerca inserito dai visitatori con il testo in Titolo, Descrizione oggetto e Tag e di conseguenza suggerisce i risultati.
  • Il tasso di coinvolgimento generato da una pagina: coinvolgimento è una parola d’ordine nel mondo odierno guidato dai social media e qui Etsy non è diverso. Premia i commercianti che ottengono più clic, vengono aggiunti all’elenco dei preferiti e vendono regolarmente.
  • La parte positiva dell’esperienza: poiché l’esperienza positiva del cliente è uno dei maggiori fattori decisionali dello stesso, Etsy valuta anche la qualità dell’esperienza del cliente in alto nel suo algoritmo di ricerca.
  • La qualità dell’inserzione: completare la pagina “Chi siamo” in cui includi i prodotti del negozio e l’ispirazione alla sua base, oltre a chiare norme del negozio, è un must. L’ubicazione del negozio influisce anche sulla classifica delle inserzioni per ottenere tempi di consegna più rapidi.
  • Link in entrata: qui entrano in gioco anche le regole generali della SEO. Una pagina che attrae link verso di essa, da blog personali, elenchi di articoli diversi e altri tipi di fonti. Ogni collegamento contribuisce a una maggiore rilevanza del motore di ricerca.

Per avere un quadro completo e come implementare i fattori sopra menzionati, leggi i suggerimenti per classificare i tuoi prodotti nelle classifiche di ricerca di Etsy.

Come ottimizzare il titolo della tua scheda e assicurarti che gli articoli di Etsy vengano visualizzati su Google Shopping

Prima di tutto, devi ingegnarti un minimo per la creazione del titolo poiché consente solo 140 caratteri. Inoltre, Google, Bing e Yahoo visualizzano anche i primi 66 caratteri nei risultati di ricerca. Pertanto, i termini essenziali e le parole chiave dovrebbero essere inseriti all’inizio del titolo.

Pertanto alcune delle osservazioni generali per creare un titolo adatto alla ricerca sono:

  • La prima preferenza viene data ai risultati della corrispondenza esatta a frase. Significa che la priorità è data ai titoli con termini di corrispondenza esatta a frase.
  • La seconda priorità è data agli elenchi con parole chiave pertinenti, sia nel titolo che nei tag, rispetto a quelli che contengono parole chiave nel titolo o nei tag.
  • Poi vengono i testi che includono parole chiave pertinenti all’inizio, preferiti ai testi con parole chiave alla fine.

Metodi di pagamento su Etsy

Esistono diversi modi per ricevere i pagamenti dal tuo negozio Etsy:

  • Il primo nell’elenco è Etsy Payments: Etsy Payments contiene la maggior parte dei metodi di pagamento che un acquirente può utilizzare per acquistare sul tuo negozio. Inoltre, Etsy deposita l’importo direttamente sul tuo conto bancario. Se non ti sei registrato a Etsy Payments, fallo ora
  • Inoltre, puoi ricevere un assegno o un vaglia tramite email dopo che l’acquirente ha acquistato dal tuo negozio.
  • PayPal: uno dei metodi migliori è accettare pagamenti tramite Paypal se ti trovi in ​​un paese in cui i pagamenti Etsy non sono disponibili. Registra qui il tuo account venditore su Paypal.
  • Etsy collabora con Klarna consentendo agli acquirenti statunitensi di effettuare acquisti senza interruzioni e pagare a rate. La società di pagamento online gestirà la riscossione dei pagamenti a rate, ma i venditori riceveranno prontamente l’intero importo non appena viene effettuato l’acquisto.

Puoi vendere un prodotto con marchio su Etsy?

La risposta è NO. Non puoi vendere prodotti che includano un copyright, marchi commerciali o brevetti che appartengono ad altri.

Etsy rimuoverà le tue schede se vengono segnalate per questo, e ripetute violazioni delle norme intellettuali potrebbero bandirti da Etsy. Leggi le linee guida delle norme sulla proprietà intellettuale di Etsy.

Chi paga la spedizione su Etsy?

Varia da prodotto a prodotto. Alcuni prodotti sono offerti con spedizione gratuita, in questo caso i venditori sostengono il costo della spedizione. Altri richiedono agli acquirenti di pagare per la spedizione. Dipende dal valore dell’ordine, dalla destinazione della spedizione e dal metodo di spedizione scelto dagli acquirenti.

La possibilità di offrire gratuitamente la spedizione è nata alla fine del 2019. Garantisce ai venditori Etsy un posizionamento prioritario nei risultati di ricerca, così come citato da Josh Silverman tramite una lettera inviata ai venditori stessi.

La spedizione gratuita di Etsy è contrassegnata sui prodotti dal prezzo superiore a 35 dollari che possono godere di essa. I venditori che scelgono di sfruttarla potrebbero essere posizionati in alto nei risultati di ricerca. È una grande esca per i venditori di piccolo o medio livello per aumentare la loro portata e presenza.

Di conseguenza i corrieri di Etsy hanno una serie di categorie e tariffe per ogni prodotto. I venditori devono acquistare le etichette postali direttamente da Etsy o dai corrieri di spedizione specifici. Tuttavia, spedire più velocemente su Etsy può aiutarti a vendere di più e, con clienti soddisfatti, puoi ottenere il ROI definitivo.

Cose da fare e da non fare su Etsy

Home di Etsy

Cominciamo con cosa non fare:

  • Non inviare spam ai tuoi clienti: non inviare ai tuoi clienti troppe email o messaggi
  • Non inserire immagini di bassa qualità: prima di inserire le immagini su Etsy, assicurati che tutte le foto siano belle e chiare. Puoi modificare la tua immagine utilizzando un editor di foto gratuito. Ti consiglio di utilizzare uno sfondo bianco per ogni articolo
  • Non copiare: non copiare il lavoro di qualcun altro, piuttosto prendi ispirazione. L’originalità ti aiuterà a lungo termine.
  • Non confrontare il tuo tasso di conversione con quello di qualcun altro

Ed ecco le cose da fare:

  • Rispondere educatamente: se i tuoi clienti vogliono sapere qualcosa e fanno domande, rispondi loro gentilmente. Questo ti aiuterà a crescere come brand
  • Ringraziare quando qualcuno ordina dal tuo negozio Etsy: ogni volta che ricevi un ordine, approfittane per mostrare la tua cordialità
  • Essere un membro attivo: cerca di partecipare più che puoi alle attività
  • Perfezionare il tuo negozio: progetta bene il tuo negozio. Quando i clienti accedono al tuo sito, dovrebbero riuscire a percepire il tuo impegno nel predisporre la tua attività
  • Seguire le regole di Etsy: segui tutti i termini e condizioni forniti da Etsy per i venditori
  • Impostare il prezzo: imposta il prezzo, comprese tutte le commissioni e le spese
  • Analizza il tuo prodotto in modo critico: analizza il valore di mercato di ognuno dei tuoi prodotti
  • Offrire sconti: offri sconti ai clienti abituali. Puoi realizzare un coupon su Etsy e offrire uno sconto ai clienti
  • Prestare attenzione alle spese postali: inserisci il prezzo di spedizione se necessario ma non provare a guadagnare da lì
  • Controllare regolarmente le tue conversazioni: controlla le tue conversazioni quotidianamente e rispondi il prima possibile. Questo può aiutarti nella generazione di lead.
  • Marcare tutto: marca ogni articolo che vendi su Etsy. Non ci dovrebbe essere confusione per il cliente in relazione al marchio
  • Realizzare descrizioni curate: prova a fornire una descrizione dettagliata di ciò che vendi su Etsy. La presentazione del prodotto dovrebbe essere eccellente. Dovresti descrivere il tuo prodotto nel modo più accurato possibile. La descrizione del prodotto dovrebbe essere ottimizzata per i motori di ricerca (a tal proposito ti rimando alla mia guida sulla SEO: Search Engine Optimization)

Conclusioni

Vendere su Etsy

Etsy è un mercato globale. Vendere su questo sito significa ottenere visibilità mondiale per il tuo marchio e generare una rete vendite transfrontaliera.

L’anno 2019 ha segnato molti importanti aggiornamenti per Etsy: spedizione gratuita, Etsy Ads, Etsy awards, modifiche alle statistiche del negozio e molti altri. Le modifiche devono ancora vedere il loro impatto a lungo termine su venditori e acquirenti. Etsy garantisce che l’interesse di nessun artista venga compromesso.

Spero che questa guida sia stata utile e che ti abbia aiutato a comprendere le potenzialità di Etsy, ricorda di condividerlo con i tuoi amici, colleghi e familiari!

LinkedIn
Facebook
Twitter

Full Stack Designer

Nasco con la passione per il Design e il web, fin da molto piccolo questo mondo mi ha sempre incuriosito sviluppando una professione che amo e che voglio condividere.

Gratuitamente

Rimani sempre aggiornato e impara ogni giorno!

Anche tu vuoi imparare a muoverti meglio sul mondo del web, marketing e design? Iscriviti e riceverai contenuti esclusivi.

Articoli correlati