SEO: quanto tempo serve prima di vedere risultati concreti?

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è una strategia preziosa per aumentare il posizionamento nei risultati di ricerca e aiutarti a raggiungere più clienti.

Non è un segreto che la SEO riesca a portare a termine questo compito. In effetti, la spesa SEO negli Stati Uniti dovrebbe raggiungere i 79,3 miliardi di dollari entro il 2020.

Le aziende che sviluppano delle campagne SEO si posizionano più in alto nei risultati di ricerca, aumentano il traffico web, la popolarità del marchio e, soprattutto, guadagnano di più.

Con questo tipo di vantaggi è facile capire perché la SEO sia una delle strategie di marketing più efficaci in circolazione.

Tuttavia, prima di implementare la SEO molte aziende vogliono sapere quanto tempo ci vuole per vedere dei risultati concreti e costruirsi una solida presenza online.

In questa pagina parleremo della sequenza temporale della SEO, di cosa è coinvolto in una campagna SEO e di quanto tempo sia necessario dover aspettare prima di vedere dei risultati.

Iniziamo!

I risultati SEO sono immediati?

I risultati SEO sono immediati?

Viviamo in una società in cui bramiamo il successo immediato. Non ci piace aspettare in coda per più di un paio di minuti e se qualcuno non risponde subito al nostro messaggio ci sentiamo frustrati.

La stessa cosa vale per una campagna SEO. Quando le aziende investono nella SEO, sanno bene quanto possono essere grandi i risultati e non vedono l’ora di raggiungerli.

Tuttavia, a differenza di una strategia di marketing come la pubblicità pay-per-click (PPC) che funziona quasi istantaneamente, le campagne SEO possono richiedere un po’ di tempo prima di produrre risultati.

Ciò significa che non vedrai il tuo sito web saltare al primo posto nelle classifiche il giorno stesso in cui metterai in piedi una strategia SEO. E tanto meno non vedrai i clienti invadere il tuo store online nella prima settimana di perfezionamento della tua campagna.

È quasi impossibile vedere subito i risultati perché Google impiega tempo per determinare cose come:

  • La pertinenza della tua pagina relativamente alla ricerca di un utente
  • A quale intento di ricerca risponde la tua pagina
  • Quanto sono affidabili le tue informazioni
  • Se le tue parole chiave vengono utilizzate in contesti appropriati
  • Quali sono le immagini sul tuo sito
  • Quanto tempo ci vuole per caricare la tua pagina
  • Quanti backlink hai sulla tua pagina

Tutte queste informazioni e altro ancora determinano dove ti posizionerai nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP). Detto questo, Google deve eseguire la scansione del tuo sito e indicizzare i tuoi contenuti prima che tu possa classificarti.

Google desidera fornire, a chi effettua ricerche online, le informazioni più pertinenti e la migliore esperienza utente possibile. Per questo motivo da importanza ai risultati con le informazioni più utili per ogni termine di ricerca e più il tuo sito è autorevole più alto sarà il ranking.

Quanto tempo ci vuole per ottenere traffico organico dalla SEO?

risultati SEO

Alla luce di ciò, è più facile capire perché la SEO impiega un po’ più tempo per funzionare rispetto ad altre strategie. 

Ma qual è il tempo necessario per ottenere traffico organico tramite SEO?

Come per ogni strategia, è difficile individuare una quantità esatta di tempo utile ad iniziare a vedere il traffico organico aumentare grazie alla SEO. Il tempo necessario per vedere risultati organici dipende da:

  • La tua concorrenza
  • La parola chiave per cui stai cercando di classificarti
  • Con quanta facilità e rapidità Google può indicizzare i contenuti del tuo sito web

Tutto sommato, in genere occorrono 4-6 mesi per vedere un aumento del traffico organico dalla SEO. Tempo che viene misurato dall’inizio della tua campagna.

A volte questo aspetto è frustrante per gli imprenditori poiché non capiscono bene come una strategia così semplice possa impiegare così tanto tempo per produrre risultati.

Tuttavia, il fatto è che la SEO non è una strategia semplice. Ha molte sotto strategie che gli consentono di essere estremamente efficace a lungo termine.

Nella sezione successiva, diamo uno sguardo alle diverse fasi coinvolte in una campagna SEO, così è più facile capire perché ci vuole tempo prima che inizi a dare i suoi frutti!

Sequenza temporale SEO

Fasi della SEO

Analizzeremo ora una strategia SEO mese per mese.

Mese 1

Hai fatto la tua ricerca e determinato quale agenzia SEO sia la migliore per te. Questa offre tutte le strategie che stai cercando e non vedi l’ora di iniziare. Ecco alcune delle cose su cui lavorerà il tuo SEO specialist nel primo mese.

Ricerca:

i SEO specialist inizieranno ricercando ogni piccolo dettaglio online riguardante il tuo marchio. Queste sono informazioni necessarie poiché ogni azienda è diversa e unica. Il SEO specialist cercherà il tuo settore, quanto è competitivo, la tua nicchia specifica, i concorrenti e il loro posizionamento, nonché argomenti più tecnici come importanti parole chiave del settore. Tutte queste informazioni saranno utili a definire la tua campagna SEO.

Audit del sito web:

dall’inizio del rapporto di collaborazione la SEO agency esaminerà la struttura del tuo sito web, i contenuti che hai e la tua esperienza utente complessiva. Le migliori società eseguiranno anche un accurato controllo SEO o del sito web. Questo li aiuterà a vedere cosa hai già in termini di contenuto, a sviluppare aree di opportunità e a creare un piano strutturato per una strategia SEO di alto livello.

Pianificazione delle parole chiave:

probabilmente hai già sentito il detto “il contenuto è re” e non potrebbe esserci nulla di più vero. Il contenuto è ciò che ti consente di posizionarti sui motori di ricerca. Senza di esso, il tuo sito è essenzialmente un peso morto. Affinché i tuoi contenuti si classifichino sui motori di ricerca devi creare pagine di destinazione per le parole chiave che il tuo pubblico cerca online. Per questo motivo la ricerca e la pianificazione delle parole chiave sono una parte estremamente importante del processo SEO. Aiuta i SEO a determinare l’ambito delle parole chiave che devi scegliere come target, quante sono e di che tipo.

Mese 2

Tieni presente che tutti gli elementi sopra non richiedono sempre un mese intero per essere completati. A seconda della qualità e della reputazione attuale del tuo sito, la tua SEO agency potrebbe essere in grado di iniziare a lavorare da subito su elementi che di solito vengono presi in considerazione solo dal secondo mese.

In generale, però, ecco alcune cose che accadono generalmente solo all’interno del secondo mese della tua campagna SEO.

Modifiche al sito web:

il secondo mese è in genere il periodo in cui inizia il lavoro SEO più tecnico. Ciò significa che il tuo SEO specialist entrerà nel back-end del tuo sito e inizierà ad apportare le modifiche necessarie per assicurarti di posizionarti più in alto nei risultati di ricerca. Le modifiche apportate si basano esclusivamente sull’audit del tuo sito web. Ad esempio, se hai già dei fantastici tag alt per le tue immagini, non è necessario che il tuo SEO estragga un rapporto e li corregga.

Tuttavia, se ha notato che mancano le meta descriptions del tuo sito, si assicurerà di aggiornarle. Se il tuo sito web è vecchio, o l’hai acquistato da qualcun altro, potrebbe essere necessaria una revisione SEO totale. Questo di per sé potrebbe richiedere mesi. In genere scoprirai dal tuo SEO specialist se il tuo sito necessita di una revisione totale entro il primo mese in cui vengono effettuati gli audit del sito web.

Garantire un design reattivo:

design reattivo significa che, indipendentemente dal dispositivo su cui un utente visualizza il tuo sito, si ha un’ottima esperienza di navigazione. Se hai un sito web che non è reattivo è probabile che quando gli utenti lo visualizzano su uno smartphone o un tablet, non abbia lo stesso aspetto che invece ha su desktop.
I pulsanti potrebbero essere tagliati, le immagini potrebbero occupare l’intero schermo e il sito stesso sarà così più scomodo da navigare. In questa fase il tuo responsabile marketing si assicurerà che il tuo sito sia reattivo poiché ciò influisce sul posizionamento.

Mese 3

Il terzo mese è il momento in cui la magia inizia ad accadere. Ricordi quando abbiamo detto che il contenuto è re? È qui che iniziamo ad applicare quel mantra!

Selezione delle parole chiave:

Prima che il tuo SEO possa creare e sviluppare i contenuti, dovrà esaminare il lungo elenco di parole chiave che ha selezionato durante il primo mese e restringerlo alle parole chiave che desidera scegliere come target. Parole chiave diverse si prestano bene a diversi tipi di contenuto. Ad esempio, ci sono parole chiave a coda lunga e parole chiave generiche. Le parole chiave generiche in genere includono una o due parole e descrivono un argomento ampio. Sebbene le parole chiave generiche abbiano spesso un volume di ricerca elevato, molte altre aziende nel tuo settore le prendono di mira.

Ciò significa che spesso è difficile classificarsi in modo organico tramite di esse. Le parole chiave a coda lunga sono spesso più mirate e contengono tre o più parole. Sono sempre specifiche per la tua nicchia e mirano a un’esigenza particolare. Per fare alcuni esempi potrebbero essere frasi come: “pizza napoletana da asporto Milano”, “scarpe eleganti con tacco alto” o “cuccioli di pastore tedesco a Roma”.

Ciascuna di queste frasi chiave soddisfa un’esigenza molto specifica. Sebbene le parole chiave a coda lunga abbiano un volume di ricerca mensile inferiore, attirano lead più qualificati sul tuo sito e cioè persone che hanno maggiori probabilità di acquistare i tuoi prodotti o servizi. Quando si tratta di parole chiave, un elevato volume di ricerca e una bassa concorrenza sono una combinazione vincente.

Come puoi vedere, c’è molto da fare nella selezione delle parole chiave prima di scrivere il contenuto. Ecco perché la creazione di contenuti nel suo insieme richiede un mese intero o più, a seconda di ciò di cui ha bisogno il tuo sito.

Creazione di contenuti:

una delle parti più importanti di una campagna SEO è la creazione di contenuti. Analogamente alle parole chiave, esistono anche diversi tipi di contenuto. Durante il terzo mese, la tua agenzia SEO abbinerà ogni parola chiave a un tipo specifico di contenuto in grado di portare risultati. Ad esempio, esistono contenuti estesi, contenuti tipicamente da blog e contenuti descrittivi di prodotti e/o servizi. A questo punto della tua campagna SEO, il tuo responsabile marketing determinerà il tipo di contenuto di cui ha bisogno il tuo sito e creerà un piano adatto, studiato sul tuo specifico caso.

Un contenuto esteso contiene in genere più di 2000 parole ed è estremamente importante per scopi SEO. In effetti, è stato dimostrato che i contenuti estesi ottengono un traffico organico più elevato, più condivisioni social e più backlink. Ma non è così semplice come creare un qualunque articolo da 2000 parole e pubblicarlo sul tuo sito.

Gli scrittori devono stare attenti a soddisfare l’intento di ricerca e centrare lo scopo esatto della richiesta di un utente. Ad esempio, se un utente cerca “pizza napoletana”, l’intento di ricerca è trovare una ricetta per la pizza napoletana? Trovare un ristorante che offra una buona pizza napoletana? Conoscere la storia della pizza napoletana? Negli anni precedenti, i SEO potevano semplicemente scrivere contenuti pieni zeppi della parola chiave che stavano cercando di targetizzare ma, da allora, Google è diventato molto più intelligente.

Affinché il tuo contenuto possa essere classificato, il tuo sito deve presentare contenuti che soddisfino innanzitutto l’esigenza dell’utente, non solo utilizzare la parola chiave a raffica. Il contenuto del blog è un po’ più impegnativo poiché deve essere aggiornato regolarmente.

Tuttavia, i blog sono estremamente vantaggiosi per la SEO. Questo è il motivo per cui la maggior parte delle agenzie specializzate consiglia di implementare un blog ed eventualmente di fornire contenuti del genere anche a un costo aggiuntivo. Il motivo per cui i blog sono così utili è il fatto che spesso vengono condivisi sui social media, sono interessanti da leggere e creano un flusso costante di nuove informazioni sul tuo sito, cosa che Google ama!

Il contenuto descrittivo di prodotti e servizi è qualcosa che potresti già avere sul tuo sito. Questo è il contenuto che parla della tua attività, della tua storia e descrive i tuoi prodotti e servizi. Questo è estremamente importante se desideri che le tue offerte di prodotti o servizi vengano classificate su Google e, se dovessi indovinare, questo è uno dei tuoi obiettivi primari! (A tal proposito ti consiglio di leggere anche un approfondimento su Come avviare un business nel 2020.)

Non appena i tuoi contenuti vengono pubblicati, Google può iniziare a indicizzarli e a posizionarli sui motori di ricerca. Non aspettarti però di vedere i tuoi contenuti appena pubblicati in cima ai risultati di ricerca entro la prima settimana. Al massimo potresti iniziare a vedere un po’ dei tuoi contenuti, se di buona qualità, in una posizione abbastanza buona dei risultati di ricerca dopo appena un mese o due.

Mese 4

Il quarto mese è il periodo in cui inizi a vedere la tua campagna SEO dare i suoi primi frutti. Entro questo mese, dovresti riscontrare un aumento del traffico sul sito e un miglioramento del posizionamento.

Tuttavia, ciò non significa che il lavoro di un SEO sia finito. Sarà necessario continuare a implementare contenuti, a risolvere problemi tecnici e a far funzionare il tuo sito al 100% su tutta la linea.

La continua aggiunta di contenuti e la cura di aspetti tecnici della SEO come il link building sono importanti durante questo mese per mantenere lo slancio SEO guadagnato. La creazione di collegamenti autorevoli è importante per il tuo posizionamento perché mostra a Google che altri siti di alta autorità si fidano delle tue informazioni abbastanza da collegarsi ad esse.

Per aumentare i backlink, il tuo responsabile marketing può contattare altre aziende del tuo settore e chiedere loro di collegarsi ai tuoi contenuti.

Mese 5

Entro il quinto mese, dovresti iniziare a vedere risultati reali dalla tua campagna SEO. Dovresti notare un aumento del traffico sul sito e potresti persino già vedere un aumento delle vendite. 

Ciò significa che la tua campagna sta funzionando e può, da questo momento in avanti, dare un feedback sulle tue prossime mosse.

Quindi cosa farà la tua agenzia SEO durante questo mese?

Looping nei social media:

Se i tuoi profili sui social media non erano già collegati al tuo sito, a questo ci penserà il tuo SEO specialist. Se non disponi di account di social media che per il tuo marchio, il tuo marketing manager potrebbe essere in grado di suggerirti un’ottima agenzia di social media marketing per aiutarti in questo aspetto. Se ti sei affidato a un’agenzia SEO completa, saranno in grado di prendersi cura della tua presenza sui social media internamente, senza affidarsi a terze parti.

Analisi dei risultati attuali:

Una parte importante del lavoro di un’azienda di SEO è riferirti i risultati conseguiti. Il tuo SEO specialist dovrebbe tenere traccia della tua campagna durante tutto il processo ma va evidenziato che è da circa il quinto mese che puoi davvero iniziare a vedere un aumento del traffico o delle conversioni. Il tuo SEO utilizzerà strumenti come Google Analytics o Google Search Console per mostrarti il ​​rendimento della tua campagna. Hai inoltre un ulteriore vantaggio se l’agenzia con cui lavori è un Premier Partner di Google.

Mese 6

Non scoraggiarti se non hai ancora visto i risultati che speravi arrivato a questo punto. Come accennato all’inizio, ci sono un sacco di fattori che determinano quanto tempo ci vuole per acquisire traffico organico tramite SEO.

Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la tua campagna SEO dovrebbe produrre risultati reali a questo punto del percorso. Quindi se il tuo sito web sta riscontrando un aumento del traffico, congratulazioni! Ma non è il momento di fermarsi. 

Ecco cosa faranno i tuoi SEO nel sesto mese:

  • Test A / B: è una tattica che i professionisti del marketing utilizzano per testare diversi elementi sul tuo sito. Ad esempio, se il tuo SEO ha implementato un pulsante di invito all’azione, ma desidera provare una versione diversa con un colore diverso per determinare quale funziona meglio, potrebbe eseguire un test A / B. Questo test consentirà di vedere quale variazione di un elemento specifico funziona meglio e di sviluppare quindi la versione che da maggiori risultati.
  • Test della mappa termica: un altro test che i professionisti del marketing possono utilizzare per il tuo sito. Questo mostra quanto gli utenti scendono all’interno di una determinata pagina prima di abbandonarla e a quali aree della pagina prestano maggiore attenzione cliccandoci, ti cosngilio di dare un’occhio a Hotjar un tool che ti permette di vedere dove i tuoi utenti riscontano problemi.

Con questo concludo il discorso sulle tempistiche utili al conseguimento di risultati concreti tramite una campagna SEO. Se vuoi approfondire il tema SEO partendo dalle basi ti consiglio la lettura del mio articolo: La guida completa alla SEO in 7 passi. Ti mostrerà il funzionamento della SEO e come puoi imparare a sfruttarla per aumentare traffico sui tuoi siti internet. Se invece vuoi scoprire la differenza tra SEO e SEM ti consiglio quest’altra mia guida: Cos’è il SEM? Una guida al marketing per motori di ricerca a pagamento.

Spero che anche questo articolo ti sia piaciuto, non dimenticare di condividerlo con il mondo!

Aryan Shirani

Hey sono Aryan e ho 26 anni! Mi occupo prevalentemente di UX/UI Design ma nutro grande passione per il business e il marketing online. Sono sul web da quando ho 13 anni e sono un freelancer con parecchi anni di esperienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.