La guida completa per vendere la tua musica online

Gratuitamente

Rimani sempre aggiornato e impara ogni giorno!

Anche tu vuoi imparare a muoverti meglio sul mondo del web, marketing e design? Iscriviti e riceverai contenuti esclusivi.

Oggi chi desidera diventare un artista deve necessariamente passare per le soluzioni digitali offerte dai portali online per vendere musica: in quest’articolo ti spieghiamo passo a passo come farlo, così da darti una guida efficace per muoverti in questo mondo così complesso a prima vista. Emergere nel settore musicale infatti è una delle attività più difficili, anche perché essere un bravo artista non equivale a saper fare marketing in modo corretto.

Le grandi case discografiche hanno a disposizione team di esperti che si occupano esclusivamente della promozione del parco musicisti dell’etichetta. Fino a pochi anni fa, infatti, era impossibile emergere se non supportati dall’industria della musica. Oggi invece grazie alle nuove tecnologie e a internet è possibile ottenere risultati importanti, perfetti per musicisti in erba o a inizio carriera. Vediamo insieme quali sono le migliori strategie per aumentare le vendite dei tuoi brani online, coinvolgere i tuoi fan e farti conoscere in questo sfavillante mondo.

Perché vendere musica online?

Perché non hai molte altre soluzioni. Come accennato in precedenza, le grandi case discografiche italiane oggi sono in competizione con un mondo di artisti che scelgono l’autoproduzione. Questo implica alcune conseguenze importanti che devi considerare. La prima e più importante dal tuo punto di vista è sicuramente il fatto che oggi un’etichetta musicale preferisce puntare su musicisti che hanno già costruito una fan base discreta. Per farlo non hai altra scelta che iniziare a vendere e distribuire la tua musica online, utilizzando più canali per comunicare con i tuoi ascoltatori.

aumentare le vendite della tua musica sul web

Dove vendere la tua musica su Internet?

Hai molte possibilità a tua disposizione: creare un tuo sito web, sfruttare i distributori online, utilizzare le piattaforme di streaming oppure i siti di vendita e download.

Creare un sito web per vendere la tua musica online

Realizzare un proprio sito web è sempre una buona pratica, ma come ogni iniziativa di marketing digitale ha anche degli svantaggi. Per quanto riguarda i dati positivi sicuramente avere un proprio sito significa essere di fatto proprietari del principale canale di distribuzione dei tuoi brani e perciò poter attivare forme promozionali differenti in base alle necessità. Avere un proprio portale ti mette al riparo da eventuali cambiamenti nell’algoritmo e nei sistemi delle piattaforme di streaming e download. Il tuo sito web sarà sempre a disposizione i tuoi fan e potrai dettare le regole come meglio credi.

Tra i lati negativi ovviamente rientrano fattori pratici e caratteristiche tecniche. Per quanto riguarda i primi, realizzare un sito web richiede tempo e denaro, non è detto che tu disponga di queste due risorse. Per quanto riguarda i motivi tecnici invece si tratta di stimare previsioni di traffico e utilizzo dello spazio di archiviazione a tua disposizione. Finché avrai pochi seguaci e pochi brani non incontrerai difficoltà ma con il tempo il tuo sito web potrebbe non essere in grado di sopportare i volumi di traffico e di scaricamento.

Sfruttare i distributori on-line

Esistono piattaforme dedicate alla distribuzione della musica, molto utilizzate da tutti gli artisti emergenti. Hanno prezzi relativamente bassi e possono occuparsi di tutta la fase distributiva così da lasciarti il tempo per creare i tuoi brani. Caricando le tue canzoni su queste piattaforme e pagando la quota vedrai tuoi pezzi distribuiti sui principali siti web di streaming e download. Si tratta sicuramente di un’ottima pratica per chi è a inizio carriera, l’investimento infatti è minimo. Ciò nonostante, anche in questa soluzione si possono trovare degli svantaggi.

Distribuire la tua musica sul web non significa anche promuoverla. Quindi ti troverai lo stesso a dover occasionalmente fare attività di marketing per dare la giusta visibilità ai tuoi album. Quali piattaforme puoi usare? Due delle più diffuse sono BandCamp e DistroKid. Ti invito a guardare di persona le funzionalità e le offerte dei rispettivi siti web, così da capire qual è quello che soddisfa meglio le tue esigenze.

Utilizzare siti di streaming e download: Spotify, Amazon, Google e Apple

La scelta più comune è quella di caricare i tuoi brani su piattaforme dedicate allo streaming e al download musicali. Le prime sono gratuite e distribuiranno le tue canzoni senza garantirti un ritorno a meno che i tuoi ascolti non superino una certa soglia. Ovviamente il vantaggio maggiore si misura in termini di visibilità: tutti noi utilizziamo Spotify, Amazon Music oppure Apple Music.

Considerando invece le seconde, ovvero le piattaforme che offrono il download di interi album musicali il discorso è un po’ diverso. La possibilità di accedere a questi siti web come artista è piuttosto limitata, ma ogni volta che un tuo fan scaricherà i tuoi brani avrai un ritorno economico. Ovviamente, la scelta dipende da quanti follower paganti hai nelle tue fila.

promuovere la tua musica e aumentare le vendite online

Come vendere la tua musica online? Promuovi i tuoi brani!

Ora che hai scelto la piattaforma e il canale attraverso cui distribuire le tue canzoni devi imparare anche a promuoverti al meglio. Siamo ormai sfociati nel mondo del marketing e perciò potresti avere difficoltà a muoverti in modo efficace. In base poi alla piattaforma che hai scelto potresti avere anche necessità differenti. Tra i metodi più consolidati per promuovere e vendere la tua musica online rientrano: mailing list, social media, sottoscrizioni e promozioni commerciali.

Vendere la tua musica tramite e-mail marketing

Può essere una buona idea quella di utilizzare mailing list per promuovere i tuoi album in modo diretto. È la soluzione migliore se hai optato per la creazione di un sito web in quanto tramite quest’ultimo potrai raccogliere gli indirizzi di cui abbisogni. Infatti, è necessario possedere un database di fan ovvero persone disponibili a leggere i tuoi messaggi di posta e a fare clic quando ti troverai a pubblicizzare un nuovo brano.

Si tratta di una tecnica molto utile anche in caso tu abbia un semplice sito vetrina dove raccogliere gli indirizzi per poi dirottare il traffico dei tuoi contatti verso la tua piattaforma di distribuzione, generando ascolti e download.

Promuovere i tuoi brani sui social media: non sottovalutare YouTube e TikTok

I social network sono uno strumento incredibilmente potente per tutti gli artisti e i creator del mondo. Consentono infatti di creare un pubblico su misura, interessato e profilabile in base alle tue necessità di marketing. Utilizzare i social è un’ottima soluzione anche per dare visibilità ai tuoi eventi live, sia fisici che in streaming.

Utilizzando i principali network a disposizione potrai indirizzare i tuoi follower verso i tuoi canali di distribuzione e vendita, quindi si configurano come uno strumento utile a prescindere dalla piattaforma che hai scelto in precedenza. Puoi utilizzare i social media per ottenere visibilità anche interagendo con gli altri artisti della tua cerchia, così da stabilire legami e intercettare nuovi like. Con il tempo potrai affinare anche il tuo pubblico, raccogliendo commenti e recensioni, facendo schizzare alle stelle le vendite dei tuoi album.

YouTube e TikTok

Una breve parentesi va aperta per raccontare meglio le possibilità di vendere la tua musica su YouTube e TikTok. Il primo è sicuramente il portale video più famoso del mondo (nonché secondo social network in Italia per numero di utilizzatori). Il luogo ideale dove rilasciare ogni tanto qualche teaser dei tuoi video oppure delle riprese “dietro le quinte”. Considera anche che la piattaforma mette a disposizione di artisti e creator pratici strumenti per monetizzare con le view. Quindi potrai contemporaneamente intrattenere i tuoi fan e guadagnare con le visualizzazioni, comodo no?

TikTok invece, è un social network emergente, un fenomeno da osservare. Tra le caratteristiche principali devi ricordare che l’unico format è il video e che gli utenti sono piuttosto giovani. Se il tuo target è su TikTok devi esserci anche tu con la tua musica. Per guadagnare visibilità puoi sfruttare gli hashtag più popolari oppure partecipare (o creare!) ai challenge più diffusi. Potrebbe sembrare un social network minore, ma TikTok è uno dei portali con il miglior rapporto investimento/vendita. Inoltre, essendo nato da poco, la competizione al suo interno è piuttosto bassa. Provare per credere.

Abbonamenti e sottoscrizioni: strumenti difficili ma incredibilmente efficaci

Meritano un discorso a parte gli strumenti che consentono ai tuoi fan di siglare abbonamenti e sottoscrizioni per supportare il tuo lavoro come artista. Si tratta di azioni di marketing piuttosto difficili da portare a termine ma che consentono anche un ritorno economico stabile nel tempo. All’inizio potrebbe essere dura, ma quando la tua visibilità inizierà ad aumentare, anche gli introiti cresceranno. Puoi utilizzare questa soluzione se hai scelto il sito web come canale di distribuzione, oppure potresti affidarti anche in questo caso a delle piattaforme specializzate. Ce ne sono diverse, ma tutte hanno in comune l’obiettivo di permettere ad artisti e creator di lavorare senza preoccuparsi troppo delle singole vendite. Uno dei migliori è sicuramente Patreon.

Dopo esserti registrato avrai a disposizione un link da condividere con i tuoi fan attraverso il quale questi ultimi potranno decidere di sponsorizzare il tuo lavoro sottoscrivendo un abbonamento su base mensile. L’entità di questo importo può essere fissa oppure variabile, scegli tu.

Il vantaggio di avere una sottoscrizione dal costo fisso è che puoi fare anche previsioni di bilancio, ma offrire una forma di “paga quello che vuoi” è sempre un buon modo per essere trasparenti e solidali con i propri follower. Valuta quale delle due modalità fa al caso tuo.

Promozioni commerciali, sconti e pacchetti premium

Un buon modo per incrementare le vendite della tua musica online è quello di offrire promozioni, sconti e pacchetti commerciali dedicati ai tuoi fan più accaniti. Creare ad esempio un cofanetto comprensivo di CD e maglietta brandizzata può essere un buon modo per premiare chi ti ascolta da più tempo, facendoti anche pubblicità contemporaneamente. Puoi decidere anche di sfruttare i periodi dell’anno di maggiore consumismo come il Natale o il Black Friday per offrire sconti importanti e limitati ai tuoi follower.

Puoi applicare questa pratica anche in formato digitale magari predisponendo un media kit apposito o un contenuto esclusivo da inviare tramite e-mail a chi acquista il tuo album. Anche in questo caso si tratta di strumenti di marketing piuttosto elaborati, quindi non ti spaventare se all’inizio ti sembrano così complicati da progettare.

come vendere la propria musica online

Quando vendere la tua musica? Prima crei interesse, dopo monetizzi

Bene a questo punto hai scelto sia la piattaforma che il modello di business dal punto di vista economico, è arrivato il momento di imparare ad alzare l’hype del pubblico prima di far uscire il disco e vendere a tua musica online. Si sa, tra il momento della creazione e la promozione vera e propria di un album c’è tutta una fase in cui mantenere il contatto con i fan è essenziale, ciò è vero anche e specialmente online. Stabilire le tempistiche giuste per far uscire un disco non è mai facile, ma ci sono cinque fasi da seguire che possono aiutarti a massimizzare la vendita della tua musica su internet.

Fase uno, coinvolgi la tua fan base

Coinvolgere i fan è essenziale anche quando non stai producendo brani da un po’ di tempo. Ancora prima di iniziare a registrare le tue tracce è buona norma interagire con i tuoi follower, dandogli qualche piccola anticipazione. Qualche riff senza troppo impegno, un indizio di quello che sarà il titolo dell’album oppure un semplice aggiornamento su dove ti trovi e cosa stai facendo. Quando inizierai registrare, rilascia qualche piccolo video teaser, così da alzare l’interesse di chi ti segue. Del resto, l’attenzione dei follower è la caratteristica principale che ti permetterà poi di monetizzare.

Prova a sfruttare il crowdfunding nella fase due per vendere la tua musica

Il crowdfunding è una possibilità interessante per tutti musicisti che si trovano a inizio carriera ma che possono già contare su una solida base di seguaci. Imposta la campagna in modo che ci siano più obiettivi da raggiungere, uno più difficile dell’altro. Magari parti con qualcosa di semplice come il finanziamento di un evento live per l’uscita del disco, poi continua a crescere di obiettivo fino ad arrivare a un vero e proprio tour autofinanziato.

La terza fase è costituita dai pre-ordini del tuo album

I pre-ordini sono il modo migliore per monetizzare fin da subito con le tue canzoni online. Sfruttali per coinvolgere chi non ha partecipato alla precedente campagna di crowdfunding. Oltre a permetterti di incassare velocemente denaro, avrai anche la possibilità di inserire altri indirizzi e-mail e contatti alle tue mailing list professionali. Dall’unione di queste due fasi potrai anche ottenere una stima realistica dei dischi che effettivamente venderai fin dai primi giorni dopo l’uscita.

La fase quattro è il picco di interesse: fai uscire un singolo

L’ultima cosa da fare prima di rilasciare realmente il tuo album completo è quello di far uscire uno o due singoli, possibilmente tra i migliori pezzi a tua disposizione. In questa fase devi ovviamente sfruttare tutta la visibilità che hai a disposizione, tra sito web e social network, per convincere tutti i tuoi fan che l’album in uscita sarà davvero un lavoro spettacolare. Indica dove possono trovare queste anteprime e dove possono (o potranno) ordinare l’album.

Ora puoi far uscire il tuo nuovo disco e goderti così il meritato successo. Ti auguro di avere la fortuna di iniziare subito un tour per massimizzare la tua visibilità e le tue entrate, ma se così non fosse puoi davvero rilassarti un attimo.

Fase cinque, intercetta i ritardatari

Dopo aver disteso i nervi in seguito a tanti sforzi, potrai vedere le vendite della tua musica aumentare in tutta calma, facendo le tue valutazioni sull’apprezzamento del pubblico. Che tu sia soddisfatto o meno del numero di dischi distribuiti, devi comunque progettare l’attività di follow-up.

Si tratta di una delle ultime fasi di un piano marketing ed è anche una delle più importanti. In pratica dovrai creare uno stream di contenuti, siano essi post social o articoli sul tuo sito, capaci di convincere i ritardatari a darti una possibilità e ad acquistare la tua musica online. Ricordati che le recensioni giocano un ruolo fondamentale in questa fase, quindi, invita la tua fan base a commentare e lasciare cinque stelle ovunque possibile.

LinkedIn
Facebook
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Full Stack Designer

Nasco con la passione per il Design e il web, fin da molto piccolo questo mondo mi ha sempre incuriosito sviluppando una professione che amo e che voglio condividere.

Gratuitamente

Rimani sempre aggiornato e impara ogni giorno!

Anche tu vuoi imparare a muoverti meglio sul mondo del web, marketing e design? Iscriviti e riceverai contenuti esclusivi.

Articoli correlati

Rimani sempre aggiornato

Impara ogni giorno!

Riceverai via email nuovi articoli e informazioni per lanciare o migliorare la tua attività online in modo completamente gratuito!