Come avviare un Business online nel 2020 Una guida completa

C’è una domanda che mi è stata posta recentemente riguardo il business online che è: 

Posso iniziare un business online e riuscire a guadagnare? 
E come posso guadagnare velocemente non avendo alcun tipo di esperienza?


In realtà sono due domande. Spero che alla fine di questo articolo riusciremo finalmente a dare risposta a entrambi i quesiti.

Indice

Passo 1: Trasforma un problema in una possibilità di guadagno

Finché i consumatori avranno problemi che li affliggono, cercheranno continuamente il modo di risolverli. Le persone cercano sempre modi migliori, più veloci e più intelligenti per svolgere le attività quotidiane. E, fortunatamente per gli imprenditori, ci sono ancora molti margini di miglioramento nei prodotti esistenti. Detto ciò, la questione principale, la maggior parte delle volte, è individuare questi gravi problemi, tuttora irrisolti o solo parzialmente soddisfatti, e trovare le migliori soluzioni possibili dando così avvio a un business online di successo.

Descrivi le tue abilità e ambizioni

  • Quali sono le attività in cui hai lavorato e per cui ti senti competente?
  • Quali sono le principali abilità che hai sviluppato nel corso della tua carriera lavorativa? E quali abilità secondarie hai sviluppato?
  • Controlla i feed di Facebook, la tua libreria di ebook e le iscrizioni email, che cosa leggi a riguardo?
  • Quali sono le cose che riesci a fare meglio di chiunque altro?
  • Quali sono i tuoi più grandi successi, professionali e personali, di cui sei più orgoglioso?
  • A quanto devono ammontare le tue entrate per renderti a tua agio e felice?
  • Quante ore devi lavorare al giorno? Magari preferisci una rendita passiva?
  • Sei un lavoratore solitario o preferisci fare parte di un team? Preferisci il lavoro in ufficio o da remoto?

Pensa al prodotto o servizio dei tuoi sogni

  • Chiedi a più persone possibili quale sarebbe il prodotto o servizio dei loro sogni, quello che acquisterebbero senza pensarci un attimo. Non essere pigro però: parla con molte persone, non limitarti ad amici e parenti, cerca indizi da tutte le persone che vorresti come tuoi clienti.
  • Chiedi anche alle persone quale informazione magari stanno cercando da tempo ma non riescono a trovare.
  • Osserva i tuoi prodotti e servizi preferiti. Quali sono le cose che usi più spesso e che apprezzi maggiormente?
  • Quando si tratta dei tuoi prodotti e servizi preferiti o delle tue risorse di riferimento, quali caratteristiche mancano loro per diventare assolutamente perfetti? Possono essere modificati o migliorati?
  • Quali sono le ultime tendenze dei grandi settori di cui sei a conoscenza? Quali nuove tecnologie sono in aumento?

Dopo che avrai stilato una lista di prodotti o idee, effettua un test con Google keyword planner. Devi scoprire quante persone al mondo stanno effettivamente ricercando quelle cose online e quali combinazioni di parole stanno usando per le loro ricerche.

Identifica dove le tue abilità e i tuoi desideri incontrano la domanda di mercato

Non c’è una risposta facile a questo quesito, altrimenti tutti sarebbero imprenditori di successo, ma cerca di essere creativo e tenta di dare una tua personale interpretazione in modo da iniziare un business online di successo.

Prova a trovare un equilibrio tra l’attività dei tuoi sogni e la realtà

Molti aspiranti imprenditori rimangono intrappolati in un conflitto tra i loro valori personali e le esigenze altrui. Non puoi semplicemente seguire la tua passione e aspettarti che gli altri ti sosterranno coi soldi. Discuteremo come riconoscere i veri problemi ed esigenze del tuo pubblico target nei prossimi paragrafi.

D’altra parte, se scegli di fare qualcosa che ti rende annoiato e infelice, la tua motivazione svanirà troppo presto. Molti uomini d’affari di successo confessano che avrebbero abbandonato i loro progetti molto prima di ottenere i primi risultati se non si fossero divertiti a lavorare alle loro startup. Come trovare l’equilibrio tra aspirazioni personali e aspettative realistiche? Credo che questa sia la sfida principale per ogni aspirante imprenditore, cosa ne pensi?

Alcune persone non lanciano mai le loro attività, temendo che nessuno comprerà il loro prodotto. Aspettano troppo a lungo e sprecano soldi aggiungendo un sacco di funzionalità non necessarie. Per diventare di successo, il tuo prodotto, servizio o blog, dovrebbe soddisfare una principale necessità del cliente, e farlo alla grande.

Parlando di blogger, molti neofiti sono così impegnati a creare contenuti validi e a guadagnarsi una folta schiera di seguaci che dimenticano l’aspetto della monetizzazione e non offrono mai alcun prodotto ai loro lettori. Ricorda: non hai bisogno di un blog per il bene di un blog, hai bisogno di un business.

Inoltre assicurati che la tua nicchia non sia troppo ampia. Se non disponi di un enorme budget iniziale, dovrai concentrarti sulla risoluzione di un unico specifico problema ma facendolo meglio degli altri. Ad esempio, se scegli di occuparti di drop shipping, non cercare di diventare il prossimo Amazon e vendere di tutto, dai calzini ai televisori. Non sarai in grado di competere con tali giganti.

Se non riesci a trovare, all’interno della nicchia di mercato che hai scelto, prodotti di successo simili ai tuoi, allora è un brutto segno. Certo non avrai concorrenti, ma se fosse che il mercato è morto perché stai cercando di risolvere un problema che non interessa a nessuno? Piuttosto allora è meglio scegliere una nicchia in cui ci sono molti altri concorrenti con vari prodotti e competere con loro per portare qualcosa di nuovo sul mercato.

Stai creando un business online, quindi assicurati che la tua nicchia ti consenta di acquistare e vendere online o fare marketing d’affiliazione, o ancora, di generare molto traffico così da guadagnare attraverso annunci pubblicitari, eccetera.

Che cos’è un business online e chi può avere successo con essa?

Fare business online significa vendere beni o fornire servizi esclusivamente via Internet.

Forse sembrerà banale affermarlo ma per avviare un business online è di fondamentale importanza avvalersi delle rate sotto molteplici aspetti, nel corso di questa guida li esamineremo tutti.

In che cosa differisce dagli altri tipi di attività?

  • Permette di ridurre i costi legati ad affitti e buste paga
  • È molto più flessibile in termini di prodotto e relativa consegna
  • È accessibile 24/7 in tutto il mondo

Le persone affermano che avviare un business online richieda sempre spiccate competenze informatiche e una profonda conoscenza del marketing. Storie di vita reale dimostrano che ci sono eccezioni a questa regola. Vediamo alcuni esempi di business online di successo e come hanno avuto inizio.

Pete Cashmore ora ha 32 anni, ma il suo impero online è nato nell’appartamento dei suoi genitori quando ne aveva solo 19. Pete ha dato avvio a mashable.com per divertimento, perché voleva un blog su: intrattenimento, strumenti web e social network. Col tempo, Mashable lo ha reso uno degli scozzesi più ricchi al mondo. Pete è stato anche incluso nell’elenco delle persone più influenti, secondo la rivista Time, nel 2012. Nonostante abbia avuto alti e bassi, quest’anno Mashable è stato venduto per 37 milioni di sterline. Nei suoi giorni d’oro, la piattaforma aveva 45 milioni di visitatori mensili unici e 27 milioni di follower sui social media. Non male per una startup mediatica iniziata da un ragazzo del college di un piccolo paese, no?

Ecco un altro esempio di business online multimilionario iniziato con nulla se non talento e dedizione:

Dan Middleton (DanTDM), lo youtuber più ricco del 2017, ha creato il suo canale da adolescente mentre lavorava per la catena di supermercati Tesco. Ha iniziato a caricare video di Minecraft e da allora ha registrato il tutto esaurito per il suo tour mondiale. Nel 2017, il business online di Dan gli ha fruttato 12,3 milioni di sterline. Questo successo non è casuale perché il blogger ha già caricato 2.800 video da lui stesso creati. 16 milioni di iscritti al canale appartenenti alla “generazione Z” lo adorano per il suo umorismo, il talento narrativo e, naturalmente, il bellissimo accento britannico.

Nel frattempo, diamo un’occhiata a un’altra startup online della vita reale. Questa non si è conclusa con una vendita a Microsoft o Google perché sfortunatamente è fallita.

Chengeer Lee ha creato labit.io per aiutare i ricercatori a creare siti web per i loro laboratori. Non ha mai funzionato. Nel suo blog sui Medium, Chengeer Lee esplora i motivi principali di questo fallimento: scegliere il cofondatore sbagliato, porre poca enfasi sull’innovazione e l’unicità, ignorare l’inerzia del pubblico target, non dare valore all’idea correttamente, lanciarla troppo tardi, eccetera.

Riguardando al passato, Chengeer Lee giunge alla conclusione che un business online di successo dovrebbe iniziare con un prodotto minimo. Un prodotto che sia esattamente quanto basta per esprimere un’idea e soddisfare le esigenze del cliente target. Niente di più.

Sei d’accordo? Scopri la sua storia completa nell’articolo “What I learned from my failed startup” e condividi i tuoi pensieri nei commenti a questo articolo.

Cosa pensi che renda una startup buona o un business su internet di successo? È sufficiente un concetto minimale o dovremmo ricercare la perfezione? Fateci sapere nei commenti! 

Intanto, confrontiamo le seguenti storie in termini di realizzabilità delle loro idee alla base del business

“Una guida pratica per tutto”, Wikihow, conduce la lista dei siti web privati ​​che guadagnano di più da Adsense. Il sito porta a Jack Herricks 2 milioni di dollari al mese dalle pubblicità. Il contenuto di Wikihow è pubblicato in 17 lingue e tutelato da una licenza Creative Commons. Mentre l’azienda ha meno di 25 dipendenti, 15 milioni di visitatori unici leggono il suo contenuto ogni mese.

Com’è come idea pratica? Cosa ne pensi?

Passiamo ora al prossimo esempio di avvio di un business online:

Nel 2013, Pardeep Goyal ha lasciato il lavoro aziendale lanciando una startup di un software educativo insieme a suo cognato. Confessa che si aspettavano di poter “costruire qualsiasi prodotto per le scuole e realizzare grandi profitti”. Investirono denaro personale, affittarono un ufficio, misero su una squadra e svilupparono un prodotto. Sfortunatamente, nessuno voleva acquistare il proprio software ERP anche se il prodotto aveva tutte le caratteristiche necessarie e il prezzo era competitivo.

Guardando al passato, Pardeep Goyal ammette di aver creato un prodotto basato su presupposti, di non aver affrontato i punti deboli dei clienti durante la vendita del prodotto, di aver fatto troppe spese inutili e di aver rinviato decisioni difficili.

Non sarebbe saggio confrontare le aziende di maggior successo con startup fallite senza menzionare il pregiudizio di sopravvivenza.

Abbiamo tutti sentito la triste statistica che 9 startup su 10 non funzionano. Ad ogni modo, questo numero non include quelle aziende che non hanno fallito perché non sono state nemmeno avviate. E quando leggiamo le storie dei vincitori e proviamo a seguire i loro consigli, potremmo dimenticarci del fatto che i loro consigli potrebbero non funzionare per tutti.

Quindi, se vuoi leggere altre storie di startup che non sono sopravvissute e imparare dai loro errori, ecco una risorsa interessante per te.

Passo 2: Prima di dare inizio al tuo business online cerca di conoscere il tuo pubblico target, studiando i loro comportamenti ed entrando dentro le loro teste

Determina il tuo pubblico target da un punto di vista demografico

  • Età
  • Posizione
  • Reddito
  • Stato civile o familiare
  • Occupazione
  • Etnia
  • Personalità
  • Caratteri comportamentali
  • Valori
  • Interessi
  • Stile di vita

Osserva online I tuoi potenziali clienti

Guarda ciò che guardano, leggi ciò che leggono, partecipa alle community e alle conversazioni online, ascolta. Questo suggerimento è particolarmente rilevante per i futuri blogger perché il contenuto del tuo blog dovrebbe parlare la lingua del tuo pubblico. E devi impararla in fretta.

Effettua una ricerca sulle parole chiave della tua nicchia di mercato

Le parole chiave ricercate mostrano meglio di qualunque altra fonte cosa le persone vogliono. Se vuoi iniziare un business online, quindi, dovrai anteporre una fase di accurata ricerca delle parole ricercate in rete dagli utenti.

Effettua una indagine sui problemi e desideri del tuo pubblico tramite quesiti a soggetti appartenenti ad esso

Chiedi cosa pensino della tua idea di attività. Non avere paura di porre troppe domande e presta attenzione alle risposte che ottieni, è importantissimo per potere iniziare un business online con il piede giusto.

Scrivi le tue idee sull’attività e crea dei prototipi di business

Per “prototipi” intendo annunci campione o parti di contenuto, mostrarli a persone che appartengono al tuo pubblico di destinazione.

Chiedi un feedback prima di spendere qualunque cifra. A questo stadio del processo dovresti cercare di adattare la tua idea di business alla concreta realtà.

Poni quesiti aperti per incoraggiare ad argomentare le risposte

Più informazioni ottieni, meglio è.

Analizza le risposte

  • Che cosa le persone non capiscono della mia idea/prodotto/servizio/contenuto?
  • Quale livello di conoscenza e abilità tecniche ha il mio pubblico target e il mio prodotto/servizio/contenuto è adeguato ad esso?
  • Quali sono le cose che fanno dire “WOW” al mio pubblico riguardo alla mia idea/prodotto/servizio/contenuto e come posso capitalizzare su questo?

Non ti illudere di avere successo

Potresti aver già sentito che molti venditori e imprenditori hanno fallito perché avevano creato prodotti per se stessi e non per i propri clienti. Pensare esattamente come i tuoi clienti non si impara in un giorno, devi passare del tempo prendendo in considerazione i loro valori e i loro atteggiamenti. In questo modo, sarai in grado non solo di creare un prodotto straordinario, ma anche di trovare i modi più intelligenti per promuovere e commercializzare la tua attività.

Utilizza la ricerca di gruppi su Facebook per trovare comunità pertinenti alla tua nicchia e unisciti a loro, applica lo strumento di ricerca avanzata su Twitter e segui chiunque assomigli al tuo potenziale cliente (non dimenticare di impostare i giusti parametri geografici e dati demografici). Se ti occupi di B2B, non dimenticarti di utilizzare Linkedin.

Alcune aziende devono impostare più di un pubblico target perché diversi gruppi di clienti avranno obiettivi differenti per quanto riguarda il loro prodotto. In questo caso, puoi concentrare l’aspetto del marketing sul gruppo di clienti più grande e promettente. In alternativa puoi provare a rilevare dove questi gruppi si intersecano per provare a offrire soluzioni adatte a tutti. Il secondo approccio mi sembra migliore. Cosa ne pensi?

Quando hai finito di effettuare ricerche sul tuo pubblico, ecco i presupposti più dannosi che devi dimostrare essere errati:

  • I tuoi futuri clienti, o lettori, sono proprio come te.

No, non lo sono.

  • Tutti i tuoi clienti, o lettori, hanno lo stesso background tecnico, conoscono le stesse cose e comprendono lo stesso gergo.

No, non lo fanno.

  • I tuoi clienti, o lettori, si innamoreranno immediatamente della tua idea.

Può succedere ma non dovresti contarci troppo.

Se la tua ricerca ti ha dimostrato che queste ipotesi rappresentano una linea di pensiero per cui si possono nutrire speranze, hai svolto bene i tuoi compiti e puoi ambire a costruire il tuo business online di successo.

Passo 3: Studia i tuoi competitors, impara dai loro successi e dai loro errori per iniziare al meglio il tuo business online 

Identifica i principali concorrenti nella tua nicchia

Ricerca su Google le tue principali parole chiave e combinazioni di parole chiave ancora una volta e vedi cosa appare. Guarda inoltre gli annunci e clicca su di essi.

Esistono tre livelli di concorrenza in qualsiasi nicchia: diretta, indiretta e sostitutiva.

  • I concorrenti diretti sono i tuoi principali rivali e dovresti passare la maggior parte del tempo a studiarli. Offrono prodotti e servizi molto simili ai tuoi, quindi i clienti dovranno decidere tra te e loro.
  • I concorrenti indiretti vendono prodotti o servizi molto diversi, quindi non devi preoccuparti di loro fino a quando (se mai capitasse) diventeranno diretti.
  • I concorrenti sostitutivi sono più pericolosi perché offrono prodotti simili o alternativi ai tuoi ma in settori diversi. Devi tenere d’occhio anche loro.

Ponetevi il grande quesito: come posso offrire alle persone qualcosa di più prezioso di ciò che già esiste sul mercato?

Hai imparato molto sul tuo pubblico di destinazione e sulle loro esigenze nella sezione precedente, quindi ora è il momento di utilizzare questa conoscenza acquisita. Guarda la concorrenza nella tua nicchia e cerca di identificare i punti deboli e le opportunità in ciò che stanno facendo.

Chiediti: come posso far conoscere il mio business online alle persone?

Qui devi avere un’idea generale di come i tuoi concorrenti vendano sé stessi. 

Per fare ciò, analizzerai i loro siti web. Usa:

  • Alexa per avere un’idea generale delle dinamiche del traffico dei siti web dei tuoi concorrenti.
  • Google Trends: per visualizzare il volume del traffico, la posizione dei visitatori, le parole chiave più rilevanti e i siti web correlati.
  • SEMRush per ottenere una analisi sul valore e sul volume delle parole chiave.
  • Ahrefs per scoprire più dettagli sulla loro strategia di backlink.

Segui i tuoi concorrenti sui social media

Leggi cosa pubblicano e quali risposte ottengono. Inoltre, non dimenticare di iscriverti al loro blog! Leggi le informazioni che puoi trovare su di loro, tra cui recensioni dei clienti e pettegolezzi.

Lasciati ispirare dal loro Content Marketing e dal servizio clienti

Di cosa stanno parlando con il loro pubblico? Come lo fanno?

Puoi usare queste idee per creare i tuoi contenuti. Impara dal modo in cui stanno rispondendo ai commenti e creando discussioni riguardo i loro prodotti.

Le aziende online di successo utilizzano vari canali per promuovere il proprio marchio e, allo stesso tempo, utilizzano strategie in grado di integrare le loro attività su piattaforme separate. Content marketing e social media marketing vanno di pari passo per attrarre gli utenti a cliccare sul sito ufficiale di un’azienda. Tra le condivisioni di immagini e video, i post sui social media possono essere utilizzati per promuovere regolarmente link a contenuti marketing di iniziative aziendali, come blog, e-book e whitepapers.

Pianifica orari e giorni della settimana per promuovere i tuoi contenuti ed esamina la visibilità e i tassi di coinvolgimento al mese per vedere se devi modificare i tuoi piani. Ricorda: testare più opzioni è la chiave per trovare il momento e il posto giusti per i post del tuo marchio. Questa è una delle strategie chiave per costruire il tuo marchio online, ma funziona per le aziende di tutti i settori.

Suggerimenti per la promozione incrociata di contenuti sui social media:

  • Twitter: pianifica le ricondivisioni di uno stesso link utilizzando didascalie diverse tra il resto dei tuoi tweet giornalieri per assicurarti che i follower non si perdano. Condividi il link per il resto della settimana fino a quando non avrai qualcosa di nuovo da promuovere.
  • Facebook: fissa le tue condivisioni più popolari in cima alla tua pagina, così che sia la prima cosa che i tuoi fan vedano. Utilizza la pagina ufficiale per interagire con gli utenti che commentano sulle tue condivisioni di link.
  • Instagram: crea facilmente immagini accattivanti per i tuoi post di blog o pagine di siti web utilizzando un’app di modifica delle immagini come Instasize per aggiungere bordi e testo. Inserisci una buona descrizione o il titolo del tuo post sull’immagine e aggiungi un’anteprima estesa nella didascalia insieme a una frase di invito all’azione che indichi agli utenti di visitare il tuo sito.
  • LinkedIn: fai in modo che le iscrizioni ai post che vengono condivisi appaiano direttamente sulle pagine personali LinkedIn Pulse dei collaboratori del tuo blog o del management. Includi un link al blog e al sito dell’azienda nei post stessi.
  • Tiktok: Potrebbe sembrare strano ma TikTok è una piattaforma che ha un grandissimo potenziale, vi invito a leggere questo mio articolo Statistiche Tiktok 2020: scopriamo questa app e i dati che la riguardano

Impara a rispettare i tuoi concorrenti

Le aziende di successo rispettano i loro concorrenti. Significa che puoi sempre imparare molto dagli altri venditori, sia come fare le cose che come non farle.

Tuttavia, ti preghiamo di non copiare o plagiare nulla. Puoi applicare alcune delle loro idee e strategie ai tuoi specifici obiettivi e valori del tuo marchio. Ma se fai tutto esattamente come tutti gli altri, non c’è modo di batterli.

È possibile utilizzare un modello “FPOS” aggiornato per le tue analisi, il quale consiste nei seguenti punti:

  • Forza – Qual è il valore di base che offrono? Quali sono i principali vantaggi del loro marchio?
  • Punti deboli – Fondamentalmente, queste sono le cose che farai meglio di loro.
  • Obiettivi – Quali sono i loro obiettivi marketing e le loro priorità?
  • Strategie: quali metodi pubblicitari o PR utilizzano per raggiungere i loro obiettivi?

Per un’analisi più approfondita del marketing sui social media effettuata dai tuoi concorrenti, presta attenzione ai seguenti punti:

  • Su quali piattaforme sono presenti? Quali usano più attivamente?
  • Quanto spesso e cosa pubblicano? Il loro contenuto è originale? Usano delle illustrazioni?
  • Quanto sono attivi i loro follower? Quali post ricevono più commenti e vengono apprezzati maggiormente?
  • Quali sono i metodi che usano per ottenere nuovi follower e aumentare il coinvolgimento?

Passo 4: Crea un sito web per il tuo business online

Abbi un’idea chiara sui tuoi obiettivi e aspettative

Se hai bisogno di un sito web per avviare un business online di qualsiasi tipo, ci sono  caratteristiche di base che questo dovrebbe avere:

Utilizza un servizio hosting veloce di qualità, scopri di più su questo articolo:

SiteGround uno dei migliori web hosting che puoi trovare

La prossima grande domanda riguarderà se vuoi che il tuo sito web sia progettato da zero da uno studio web o utilizzerai un sistema di gestione dei contenuti (CMS).


Sito web personalizzatoTemplate CMS
VantaggiIl design del tuo sito web sarà unico. È molto modificabile, puoi aggiungere tutte le funzionalità che desideri appena la tua attività inizia a crescere. Hai il controllo completo sul processo di codifica, quindi il sito web sarà codificato in modo pulito e ottimizzato SEO (puoi sicuramente assumere uno specialista per questo). È molto più flessibile, offre generalmente una migliore UX e può essere adattato ai tuoi contenuti.Sono più veloci da sviluppare e progettare. La scelta dei modelli è enorme e possono essere utilizzati senza avere abilità di codifica. I costruttori consentono una facile personalizzazione e amministrazione. Sono molto più economici da ottenere e mantenere nel tempo. I modelli ti consentiranno di aggiornare e pubblicare facilmente i contenuti.
SvantaggiIl prezzo è molte volte superiore a quello di un sito Web basato su CMS. Anche i costi di manutenzione sono molto più elevati. Ci vuole molto più tempo per svilupparlo, testarlo e avviarlo. Non sarai in grado di aggiornarlo e personalizzarlo da solo.Meno unico e flessibile. Non puoi controllare la qualità del codice iniziale. Ha bisogno di aggiornamenti regolari o diventa vulnerabile a hacker e spammer. Non puoi migliorare completamente la progettazione grafica o la navigazione se scegli di farlo. Non è così modificabile, puoi aggiungere funzionalità di e-commerce ad alcuni modelli e non ad altri.
ConclusioniLe piccole imprese online semplicemente non hanno bisogno di tutti i vantaggi offerti dai siti web personalizzati. Utilizzare un buon modello è l’opzione migliore per coloro che iniziano una nuova attività.

Scegliere il sistema di gestione dei contenuti più appropriato

Confrontiamo i tre CMS più popolari.

Come probabilmente vedrai dal confronto, la creazione di un sito con un template WordPress sarà l’opzione migliore per un business online appena lanciato.


WordPressJoomlaDrupal
Share di mercato58.9%7.0%4.7%
Tempi dinstallazioneFino a 5 minuti. Il lancio completo richiede in media 36 oreFino a 10 minutiFino a 10 minuti
Costi200 – 1000 dollari per un sito web semplice500 – 5000 dollari per un sito web semplice800 – 6.000 dollari per un sito web semplice
Temi e plugin disponibiliPiù di 4500 temi gratuiti ufficiali e oltre 50.000 ufficiali plugin gratuiti disponibiliMolte migliaia di temi a pagamento di vari fornitori. Nessun tema gratuito ufficiale, oltre 7500 estensioni a pagamento e gratuiteMolte centinaia di temi disponibili per la vendita. Oltre 2000 temi ufficiali a pagamento, oltre 37.000 estensioni ufficiali a pagamento. Molti temi e plug-in disponibili ma minore compatibilità degli stessi
Velocità e prestazioniBassa velocità per siti Web complessiBuona velocità e prestazioniGeneralmente ha prestazioni migliori di altri CMS
Facilità di aggiornamentoFacile da usare per un principianteRichiede alcune abilità di codificaRichiede capacità di codifica
SicurezzaMolto popolare e meno sicuro dei treSicurezza moderataMolto sicuro
Utilizzato principalmente perSiti web semplici in particolare blog e landing pagesSiti più complessi, siti di e-commerce, social network, ecceteraSiti web aziendali più complessi e avanzati

Trova un nome per la tua attività e relativo sito web

Ci sono alcune regole generali per la scelta di nomi per aziende e siti web (ma ovviamente puoi essere creativo e non seguire per forza le regole):

  • Rendilo breve e accattivante.
  • Scegli un nome descrittivo, dovrebbe dire almeno qualcosina sulla tua attività.
  • Assicurati che sia modificabile e sarà comunque appropriato se scegli di espandere la tua attività.
  • Crea qualcosa di originale, non copiarlo da nessuno.
  • Fai sempre un test delle tue idee sul tuo pubblico di destinazione, mostra il tuo nuovo nome a qualcuno di loro e assicurati che sia facile da scrivere e ricordare.
  • Controlla se il tuo nome di dominio è ancora disponibile.

Scegli un tema per il tuo sito Web futuro

Per scegliere il modello più appropriato per il tuo sito web aziendale online, presta attenzione ai seguenti elementi:

Assumi un Web Designer, Web Studio o Scegli un buon sito Web Builder


Costruttore di siti webWeb designer
VantaggiCosto relativamente basso Un sito web può essere creato molto velocemente Semplice processo di trascinamento della selezione (drag-n-drop) Gli utenti possono aggiungere facilmente contenuti, caricare immagini e cambiare layoutCi sono cose che un costruttore di siti Web non può fare ma un web designer può:
Ottimizza titoli, metadati e immagini Risolve i problemi lato UX Ottimizza l’uso delle parole chiave Invia il sito web ai motori di ricerca Imposta il targeting Eccetera
Questi sono principalmente problemi relativi alla SEO che richiedono l’attenzione di un web designer esperto.
SvantaggiNon sembra esattamente unico Può essere meno ottimizzato SEO Può essere meno ottimizzato per la conversione di potenziali clienti (lead)Più costosi e i prezzi possono variare notevolmente Richiede più tempo per avviare un sito web
La più utilizzata daStartup, hobbisti, blogger, organizzazioni no profit, imprenditoriCostituzione di imprese e imprenditori altamente redditizi, attività in nicchie molto competitive, attività di e-commerce

Passo 5: Scegli un tipo di business online e incomincia

Ora che sai cosa vuoi iniziare a fare, diventiamo ancora più pratici.

In questa sezione, esploreremo i tipi più popolari di attività online e come avviarli.

Drop Shipping

I drop shipper svolgono il ruolo di rivenditori per i beni che acquistano dai fornitori. Comprano questi prodotti immediatamente dopo aver ricevuto un ordine da un cliente.

Quindi, come dropshipper, venderai e commercializzerai prodotti con il tuo marchio e gestirai tutte le relazioni con i clienti. Un fornitore produrrà e spedirà merci per vostro conto ai clienti. I fornitori gestiscono i rischi di non vendere ciò che hanno prodotto. Tu, come drop shipper, rischierai la tua reputazione e gestirai i reclami se la merce sarà di scarsa qualità.

Diamo un’occhiata ai vantaggi e agli svantaggi del drop shipping per chi inizia una nuova attività.

+ Vantaggi Svantaggi
Costi bassi: tu non produrrai nulla e il business non richiederà alcun investimento rilevante.Controllo limitato in merito alla qualità: dovrai fare del tuo meglio per selezionare un fornitore affidabile ma non avrai controllo di quello che spediranno ai tuoi clienti. Se qualcosa va storto ne sarai responsabile.
Nessuna necessità di inventario: non devi mantenere una scorta di prodotti e gestire spese di magazzino.Più difficile competere quanto a prezzi: non potrai accedere agli sconti riservati a chi compra quantitativi elevati di merce, il tuo prezzo non sarà perciò competitivo come potenzialmente potrebbe essere.
Rischi bassi: tu non acquisterai nulla fino alla ricezione dell’ordine del cliente. DI fatti questo processo è automatizzato e esente da rischi.Backordering: potrebbero esserci momenti in cui i prodotti che ti verranno richiesti non saranno disponibili presso il fornitore. Non puoi farci nulla.
Nessuna spedizione: non ti dovrai occupare della logistica.Alta concorrenza: questo tipo di attività è relativamente semplice, con scogli iniziali facilmente sormontabili, quindi la concorrenza sarà elevata.

Come avviare un’attività di drop shipping

PASSAGGIO 1: Dopo aver scelto una nicchia di mercato, fai una ricerca sui fornitori e scegli i migliori prodotti e partner.

PASSAGGIO 2: Registra la tua attività

PASSAGGIO 3: Scegli una piattaforma dopo aver confrontato quelle più popolari come Oberlo o Alidropship

PASSAGGIO 4. Fai il tuo marketing:

  • Assicurati che il tuo sito web contenga testimonianze, valutazioni dei prodotti e recensioni
  • Esegui campagne di remarketing sui social media
  • Investi in annunci su Google Ads
  • Aggiungi un modulo di abbonamento al tuo sito web, crea un elenco email e applica l’email marketing
  • Crea webinar e altri modi per attirare potenziali clienti
  • Crea video unboxing o didattici e pubblicizzali su YouTube
  • Per il traffico organico, avvia un blog e partecipa alle community online in cui il tuo pubblico di destinazione mantiene i contatti
  • Promuovi i tuoi prodotti sui social media
  • Usa le tecniche di cross selling e upselling con i tuoi clienti

Affiliate Marketing 

Gli Affiliate marketers raccomandano prodotti e servizi offerti da altre società a potenziali clienti per una commissione. La maggior parte degli affiliati sono proprietari di siti web che desiderano guadagnare entrate aggiuntive includendo all’interno dei loro contenuti collegamenti a prodotti pertinenti, promuovendoli attraverso i loro canali e inserendo annunci di affiliazione nelle barre laterali.
Con il marketing di affiliazione puoi scegliere tra quattro principali tipi di commissione:

  • Costo per lead (CPL): vieni pagato per i moduli di contatto compilati
  • Costo per azione (CPA): vieni pagato per alcune azioni come i download
  • Costo per clic (CPC): vieni pagato per i clic sul tuo sito web
  • Costo per vendita (CPS): vieni pagato per le vendite effettive

Facciamo un’analisi dei pro e dei contro dell’Affiliate marketing

+ Pro Contro
Basse barriere d’ingresso: non sono richieste particolari conoscenze tecniche o di marketing Non stabilisci le regole del programma
Se hai già un sito web o un blog, potrai avere accesso a un programma gratuito di affiliate marketing All’inizio i tuoi ingressi monetari saranno bassi
Basso rischio, sei responsabile solo dal lato marketingIl livello di competizione è alto
Una volta che tutto è organizzato, gli ingressi monetari sono per la maggior parte rendite passiveC’è un sostanziale rischio di frode quando i links vengono rubati

Come cominciare con l’affiliate marketing?

Passo 1: Scegli una nicchia di mercato e avvia un sito web creando landing pages.

Per aderire a un programma di affiliazione, è necessario un sito web pieno di contenuti pertinenti alla tua nicchia di mercato che ti individui come influencer. Passa alla sezione 4 per scoprire come creare un sito web.

Passo 2: Ricerca e selezione di un programma di affiliazione.

Ci sono dozzine di piattaforme che offrono opportunità di affiliazione. Gli esempi classici sono:

  • Amazon
  • Ebay
  • TemplateMonster
  • Siteground

Passo 3: Crea contenuti fantastici e aggiungi collegamenti di affiliazione al loro interno.

I tipi tradizionali di contenuti per il marketing d’affiliazione includono:

  • Post di blog basati sul tempo e sugli eventi
  • Articoli educativi o divertenti evergreen
  • Una raccolta e un best of dei vari post
  • Confronti e recensioni di prodotti
  • Video dimostrativi e di unboxing

Ogni post dovrebbe includere:

  • Un buon titolo
  • Una introduzione personale e ponderata
  • Persuasive descrizioni sui prodotti, incentrate sulle soluzioni che questi offrono alle esigenze dei clienti
  • Inviti all’azione (“calls to action”)

Assicurati di seguire anche il fondamentale principio del buon contenuto:

  • Sii autentico e personale, non commerciale
  • L’obiettivo principale dei tuoi contenuti dovrebbe essere quello che interessa ai lettori
  • Sii responsabile e veritiero nelle tue dichiarazioni sui prodotti
  • Incorpora le descrizioni dei prodotti nelle storie
  • Includi molte foto e video originali

Passo 4: Posiziona i banner pubblicitari nelle barre laterali del tuo sito web ma senza esagerare. Troppi annunci pubblicitari e troppo poco contenuto sul tuo sito web porteranno ad abbassare il ranking di ricerca di Google.

Otterrai facilmente tutto ciò di cui hai bisogno per creare potenti annunci visivi dal tuo fornitore di programmi di affiliazione

Passo 5: Pubblicizza sui social media

Blogging 

Curare blog a tempo pieno è diventata un’opzione di carriera popolare per le persone che amano scrivere e comunicare sui social media. Tramite un blog è possibile generare traffico e creare una comunità. Come blogger, la tua attività online ti permetterà di iniziare a guadagnare soldi dalla pubblicazione di annunci, dal marketing di affiliazione o dalla vendita di qualcosa direttamente ai tuoi lettori.

+ Pro Contro
Facile da avviareDovrai postare in modo consistente mantenendo il tuo template WordPress aggiornato.
Un buon modo per esprimere te stessoPotrebbero esserci problemi tecnici sul sito
Puoi costruire una community attorno al tuo blog e riuscire a conoscere altri autoriRiunire un pubblico abbastanza grande e guadagnare dal blog richiede tempo e fatica
Un blog è una eccellente piattaforma per monetizzare e godere di entrate passiveAlcune persone potrebbero rilasciare feedback negativi o addirittura cercare di rovinare la tua reputazione online

Come iniziare un blog?

Passo 1: Scegli una nicchia di mercato e passa poi alla creazione di un sito 

Passo 2: Crea fantastici contenuti

Utilizza un semplice processo in 5 passaggi per creare post per blog di grande successo:

  • Scegli un argomento, fai una piccola ricerca su di esso, scrivi uno schema di post
  • Trova un modo per dare valore all’argomento del tuo prossimo grande post con il tuo pubblico di destinazione e assicurati che alle persone interessi
  • Crea un titolo che sia accattivante e informativo
  • Aggiungi elementi personali e narrativi ai tuoi post
  • Aggiungi alcune battute e immagini originali
  • Aggiungi collegamenti esterni per spiegare termini difficili e aggiungere più valore ai contenuti
  • Linka altri articoli pertinenti sul tuo blog
  • Aggiungi inviti all’azione
  • Ricontrolla e ricontrolla!

Usa queste risorse per aggiungere più gusto ai tuoi contenuti:

Passo 3: Aggiungi un modulo di iscrizione al tuo sito Web, sfrutta l’email marketing.

Passo 4: Crea un aggancio per potenziali clienti (lead magnets)

Assicurati che il tuo aggancio contenga i seguenti elementi chiave:

  • Qualcosa di valore da dare alle persone in cambio del loro indirizzo email o delle loro informazioni di contatto
  • Dovresti spiegare per chi hai creato questo aggancio e assicurarti che raggiunga le persone giuste
  • Una checklist dei punti chiave
  • Un Sommario
  • Una chiamata all’azione (call to action)

I tipi più popolari di agganci sono:

  • Serie di video
  • Checklist 
  • Post di blog takeaway
  • Ebook
  • Codice sconto o promozionale

Passo 5: Promuovi i tuoi contenuti tramite annunci Google e sui social media

Passo 6: Vendi i tuoi prodotti o servizi tramite il blog:

Passo 7: Monetizza il tuo blog tramite Google AdSense o un programma di affiliazione

Passo 8: Promuovi il tuo blog su Google e sui social media utilizzando una potente serie di tattiche.

La maggior parte dei proprietari di siti web desidera iniziare a guadagnare denaro inserendo annunci sui propri siti:

  • CPM AdSense significa che verrai pagato per un migliaio di apparizioni (e ad annuncio visualizzato);
  • Il CPC è più popolare perché gli inserzionisti preferiscono pagare quando l’annuncio specifico è efficace e viene effettivamente cliccato;
  • CPM è la sintesi dei due, le tue entrate dipenderanno da quante volte le persone hanno cliccato sugli annunci che hanno visto sul tuo sito web (in base al numero di clic/numero di apparizioni);
  • Con CPA, gli inserzionisti pagano solo quando i visitatori svolgono attività desiderate come la compilazione di un modulo o addirittura l’acquisto.

Come probabilmente capirai, le tariffe per i diversi tipi di annunci variano. Non tutti i siti dispongono delle risorse necessarie per ospitare qualsiasi tipo di pubblicità.

Guadagnare con Google AdSense

+ Pro Contro
È un modo semplice per ottenere un reddito passivo se hai già un sito web o un canale popolariIl tuo account può essere chiuso in qualsiasi momento se a Google non piace ciò che pubblichi
Gli annunci sono personalizzabili, puoi sperimentare sul loro posizionamento e diventare creativoTroppi annunci faranno apparire il tuo sito economico e i tuoi lettori potrebbero abbandonarlo
Puoi guadagnare da annunci su diversi sitiIronicamente, verrai pagato per le persone che lasciano il tuo sito cliccando sugli annunci
Utilizzerai potenti strumenti statistici e terrai traccia dei tuoi visitatori e dei profittiSe non hai molto traffico, non guadagnerai molto

Se hai già un sito web o pubblichi video popolari su YouTube, puoi guadagnare qualche soldo extra per la visualizzazione di annunci contestuali

Come guadagnare con Google Adsense?

Passo 1: Crea un blog o un sito web, seguilo per almeno 3 mesi per aumentarne il traffico, riempilo con un buon contenuto ricco di testo.

Passo 2: Crea un account AdSense, compila una domanda e ottieni l’approvazione.

Passo 3: Scegli la dimensione e il tipo di annuncio:

  • Annunci di testo: imposta il colore, il testo e i collegamenti 
  • Immagini: imposta le dimensioni e aggiungi i diritti d’immagine se necessario
  • Audio
  • Video
  • Flash
  • HTML

Passo 4: Segui le linee guida e rispondi alle email e ai reclami di Google (se presenti).

Passo 5: Pubblica con costanza e assicurati che i tuoi contenuti raggiungano il traffico target.

Passo 6: Utilizza SEO intelligente, annunci a pagamento e metodi organici per promuovere il tuo sito web

Passo 7: Testa tutti i tipi di annunci e i posizionamenti per ottenere i migliori risultati possibili.

Guadagnare su Youtube 

+ Pro Contro
I video diventano virali in fretta, quindi è facile ottenere più iscrittiCreare buoni video può richiedere maggiori sforzi e capacità tecniche che scrivere contenuti di testo
I video sono molto coinvolgenti, così le persone tendono a restare sul canaleÈ richiesta più strumentazione per girare video di qualità
È facile per un buon video classificarsi bene con un motore di ricercaPer creare video che piacciano alla gente, devi sia apparire che parlare bene. Tutti gli altri blogger non devono prestare attenzione alla pronuncia
È divertente!A differenza della scrittura di post di blog, la creazione di video di qualità richiede investimenti iniziali

Passo 1: Crea un account su Youtube

Passo 2: Crea un video virale:

  • Prova a creare video che contengono qualcosa di prezioso in modo che le persone vorranno condividerli
  • Fai squadra con altri creatori di YouTube per realizzare video e promuoverli insieme
  • Carica regolarmente e assicurati che ogni tuo video abbia un messaggio potente racchiuso all’interno di una bella storia
  • Usa la migliore videocamera possibile (non deve essere per forza professionale), prenditi cura dell’illuminazione e dello sfondo
  • Effettua tagli sui momenti impacciati

Passo 3: Invia il tuo video per la compartecipazione alle entrate

Passo 4: Ottimizza il tuo canale video:

  • Incoraggia gli spettatori a iscriversi e commentare
  • Aggiungi un trailer del canale e crea playlist
  • Fai promozione incrociata dei video attraverso tutti i canali social 
  • Incorpora i tuoi video in un post sul tuo blog

Passo 5: Aggiungi diversi tipi di contenuto:

Passo 6: Utilizza metodi alternativi per fare soldi su Youtube:

Come non fallire

Quindi, ragazzi, immagino sia stata una lettura lunga e difficile. Siete pronti per iniziare un business online? Avete imparato come fare? Assicuratevi di lasciare un commento e fatemi sapere cosa ne pensate!

Ho descritto le cose principali che dovreste fare per avere successo nel business online. In conclusione, voglio fare un elenco di cose da NON fare che vi guideranno verso grandi profitti:

  • Non mollare se il successo non arriva dall’oggi al domani
  • Non intraprendere azioni senza vedere il quadro generale e avere un buon piano
  • Non smettere di imparare mentre vi date da fare
  • Non imparare solo dai successi, analizzate i fallimenti altrui
  • Non perdere la disciplina o trascurare l’azione sistematica
  • E non dimenticare di divertirsi!

Se avete trovato utile questo articolo, vi prego di darmi il vostro feedback nei commenti!

Aryan Shirani

Hey sono Aryan e ho 26 anni! Mi occupo prevalentemente di UX/UI Design ma nutro grande passione per il business e il marketing online. Sono sul web da quando ho 13 anni e sono un freelancer con parecchi anni di esperienza.

Leave a Reply

Your email address will not be published.