Aprire un blog nel 2021: tutto quello che c’è da sapere

conviene aprire un blog

Gratuitamente

Rimani sempre aggiornato e impara ogni giorno!

Anche tu vuoi imparare a muoverti meglio sul mondo del web, marketing e design? Iscriviti e riceverai contenuti esclusivi.

Ha ancora senso pensare di aprire un blog nel 2021? Quali vantaggi si possono avere e, soprattutto, da dove cominciare? Se ti stai ponendo queste domande, hai trovato il posto giusto. Qui spiegherò tutto quello che hai bisogno di sapere per aprire un blog quest’anno, i motivi, gli strumenti, le novità con cui stare al passo e i vantaggi.

Aprire un blog nel 2021 resta ancora una scelta valida. Monetizzare o vendere servizi tramite un blog ti permette di ottenere una rendita passiva e rafforza il tuo brand. Esistono molti modi di fare marketing tramite un blog personale, sempre tenendo conto dei cambiamenti avvenuti nella struttura del web negli ultimi anni.

Il mondo del web è saturo di blog personali che propongono vari argomenti utilizzando approcci diversi. Ma quanti di questi hanno davvero successo? Quali sono quelli che vale la pena seguire? Quando si decide di aprire un blog si devono valutare diversi fattori. Internet è cambiato molto da quanto è stato aperto il primo blog personale nel 1994. Le nuove tecnologie hanno trasformato il modo in cui ognuno di noi si interfaccia con il web, e di questi cambiamenti bisogna tenere conto se si sta pensando di aprire un blog o un’attività online.

Per alcuni, creare un blog potrebbe essere un’ottima attività collaterale al proprio business, magari adatta a rafforzare la reputazione di un brand o per raccontare le proprie esperienze e farne un dono al pubblico. Molti grandi influencer hanno iniziato così, hanno creato la loro nicchia di utenti e avviato con loro delle conversazioni proficue. È il caso di prendere spunto da loro e conoscere le loro case history.

Quando aprire un blog era una moda

una volta aprire un blog era alla moda
Photo by Sincerely Media on Unsplash

Fino a qualche anno fa, i blog hanno vissuto momenti di grande importanza nel panorama delle avanguardie tecnologiche. A oggi, in rete si contano più di 500 milioni di blog e siti web personali. Sembrano troppi? Lo sono se si pensa che solo alcuni di questi blog sono blog di successo. Tutti gli altri sono fermi in un limbo dal quale non riescono a uscire.

Fare blogging è una moda che ha spopolato a partire dagli anni ’90. In quegli anni era visto come un diario virtuale in cui scrivere i propri pensieri e caricare alcune fotografie. Negli anni 2000 nasce invece il vlog che ha sin da subito un enorme successo grazie al nuovo fromato di espressione: il video.

Il video è più veloce, facile e permette una comunicazione one to one immediata e coinvolgente. A partire dal 2000 il blog comincia ad avere un riscontro anche per quanto riguarda le aziende, che ne colgono la portata e la popolarità. Cominciano a sorgere domande sulla libertà di espressione e sulla privacy. Aprire un blog inizia a essere qualcosa di più serio.

aprire un blog con wordpress

WordPress nasce nel 2003 e da subito diventa il mezzo più diffuso per aprire un blog personale. Da quel momento in poi, semplicemente scrivere un post sul blog diventa live blogging, specialmente per argomenti come politica e sport. Questo fenomeno, conosciuto come cyber journalism portò al restringimento dei confini tra blog e stampa tradizionale.

Dal 2003 in poi nasceranno piattaforme che aumenteranno la possibilità di fare blogging online in modi fino ad allora inimmaginabili. Nascono MySpace, Twitter e Tumblr, spazi nuovi che trasformano il blog in microblogging con descrizioni sempre più brevi. Successivamente, con l’arrivo di YouTube, i blog personali perderanno appeal sulla gente, che preferisce i video di intrattenimento e gli youtuber, che diventano sempre di più e sempre più famosi.

Storie di successo

Tra i blogger italiani di maggior successo delle ultime generazioni c’è Chiara Ferragni con il suo The Blond Salad, Salvatore Aranzulla con il suo sito omonimo e Clio Zammatteo con Clio Make-up. Le loro idee erano inizialmente semplici, rispondevano a delle esigenze specifiche delle persone, e soprattutto tutti loro aveva un’idea chiara. Hanno raggiunto il successo grazie alla coerenza e alla qualità dei contenuti.

La risposta alla tua domanda iniziale è che sì, aprire un blog nel 2021 ha ancora senso e può essere utile, ma difficilmente riuscirai a raggiungere i livelli che hanno raggiunto loro, sia in fatto di successo che di guadagno. Questo perché il mondo di internet è pieno di blog personali emergenti che non riescono a distinguersi tra loro, a emergere.

Questo però non significa che ormai sia diventato inutile aprire un blog. Tutt’altro. Se hai le giuste motivazioni e la volontà e la costanza per metterti in gioco e raggiungere i tuoi obiettivi, devi seguire il tuo istinto.

Perché aprire un blog?

Aprire un blog
Photo by Thought Catalog on Unsplash

Devi innanzitutto fare una domanda a te stesso: cosa vuoi ottenere dal tuo blog? Qual è il tuo scopo? Questa è una cosa che nessuno può suggerirti, è lo scopo primario, quello che senti. Quello che io posso suggerirti è che ci sono molti motivi per aprire un blog.

Avere uno spazio che sia solo tuo

A differenza di qualsiasi altra piattaforma, come quelle dei Social Network, nel blog sei tu che decidi cosa pubblicare, quando, come e perché. L’unico algoritmo a cui devi rispondere è quello di Google. Il blog è uno strumento che ti aiuta a esprimere te stesso e ad analizzare i tuoi pregi e difetti. Attraverso il blog potrai testare le tue capacità e a scoprire cose di cui non eri a conoscenza.

Potresti avere un approccio diverso e alternativo con l’utilizzo di internet e scoprire fino a dove puoi arrivare. Se vuoi aprire un blog che sia un diario personale in cui esprimere qualcosa senza particolari pretese, fallo in maniera creativa e personalissima, sbizzarrisciti.

Il problema di questo tipo di blog è che ottenere traffico e monetizzarlo è davvero molto difficile, e se quindi hai in mente di creare un blog per avere grossi profitti evita di aprire un blog che parli della tua vita. La dura verità è che se non sei un influencer o una persona molto attiva e creativa a nessuno interesserà cosa hai fatto oggi nella tua giornata, ci sono comunque blog di questo tipo che hanno avuto successo ma è raro e difficile.

Gestire la tua attività

Potresti usare un blog personale per avere un sito web flessibile e modellabile secondo i tuoi gusti che possa affiancare il tuo business o il tuo e-commerce, facendo accrescere la reputazione del tuo brand aiutandolo a salire nella SEO. In questo caso potrai rivolgerti a una nicchia specifica di persone, praticamente il target del tuo prodotto o servizio. Ti basterà portare traffico sul tuo sito e invogliare le persone all’acquisto, magari attraverso delle Call To Action. Potresti inoltre mettere il tuo blog al servizio dell’inbound marketing promuovendo con costanza contenuti che fanno riferimento al tuo settore industriale. L’obiettivo è convertire i visitatori in lead.

Visibilità

Scrivendo contenuti di alta qualità potrai raggiungere i migliori risultati nella SERP di Google. Se ad esempio il tuo lavoro è offrire servizi freelance, aprire un blog potrebbe aiutarti a renderti visibile e, nel tempo, a guadagnare clienti, che si fideranno di te e del tuo lavoro. Anche in questo caso potrai usare la lingua del tuo pubblico specifico, parlare dei loro problemi, suggerire le tue soluzioni. Potresti invitare le persone a effettuare una conversione diversa dall’acquisto, magari far sì che si iscrivano alla tua Newsletter. In questo modo ti assicurerai una nicchia quantificabile di lettori e potrai implementare nuove strategie.

Monetizzare e guadagnare

Grazie all’utilizzo delle giuste tecniche e con costanza, potresti fare del tuo blog una vero e proprio buisiness. La parola d’ordine è differenziazione. Nell’era della Killer competition è fondamentale riuscire a distinguersi ed elevarsi dalla concorrenza. Per guadagnare con il tuo blog ci sono diversi metodi interessanti da prendere in considerazione, come le affiliazioni, i banner pubblicitari, e la vendita dei servizi. Utilizza Google AdSense per i banner e Amazon per le affiliazioni, Woocommerce o Shopify per i prodotti.

Bisogno di comunicazione

Una buona comunicazione è alla base di qualsiasi strategia di successo. Se conosci bene il tuo pubblico potrai relazionarti meglio e sviluppare una relazione in grado di ispirarti a scrivere e raccontare ancora di te e delle tue esperienze. Molti scrittori hanno in questo modo reinventato loro stessi e le loro capacità comunicative. La cosa che avevano in comune era proprio una voce. Per fare blogging di successo è necessario utilizzare la propria voce e avere qualcosa di importante da dire.

Strategie da tenere a mente per aprire un blog

Aprire un blog
Photo by Christin Hume on Unsplash

Per avere un blog di successo ci vuole un impegno non indifferente e una buona cura dei contenuti. Per fare questo avrai quindi bisogno di molto tempo da dedicarci. Per scrivere un singolo post di qualità ci vogliono in media 3 ore. Inoltre, se non sei pratico, perderai molto tempo nell’attenzione alla grafica del tuo sito.

Per fare alcune cose potresti o fare dei corsi di web marketing prima di aprire un blog, che possano fornirti le basi con cui trasformare il tuo blog personale in un blog di successo, oppure rivolgerti a degli esperti e delegare alcuni dettagli essenziali, come la grafica e il copywriting. Puoi trovare esperti del settore che potranno aiutarti se sarai disposto a condividere il tuo progetto e la tua passione con loro. Chi lavora scrivendo per te deve conoscere i tuoi obiettivi per entrare a far parte della tua strategia.

Vale la pena di investire nelle tue idee. Considera questi fattori come importantissimi che riguardano lo spirito con cui dovrai affrontare questa tua nuova avventura.

  • Sii costante: pubblica almeno un contenuto valido a settimana.
  • Impegnati: non lasciare niente al caso, informati sulle novità e sulla concorrenza prima di aprire un blog.
  • Prenditi le tue soddisfazioni: godi dei benefici che solo un tuo blog personale è in grado di offrirti, potrebbe anche essere aver finalmente detto la tua opinione riguardo un argomento di interesse.
  • Parti con una strategia: punta in alto, anche se sembra impossibile all’inizio, puoi sempre migliorare con il tempo e la strategia giusta.
  • Cura la User Experience del tuo blog. Sono disponibili templete già aggiornati che potrai usare per migliorare l’esperienza che i visitatori hanno quando visitano il tuo sito.
  • Non volere tutto subito: è una strategia sbagliata, non sarà affatto facile raggiungere gli obiettivi desiderati.
  • Fai del tuo blog una priorità: altrimenti finirai per abbandonarlo. Fare blogging è una cosa seria.
  • Abbi pazienza: I risultati non li vedrai subito, all’inizio ti sembrerà di scrivere per niente ma per vedere risultati seri possono passare mesi, rileggi il primo punto.

Se ancora te lo stai chiedendo la risposta è sì, aprire un blog oggi è molto vantaggioso, prima lo apri e prima otterrai risultati, non aspettare di “trovare il tempo per iniziare un blog” fallo e basta.

Se vuoi iniziare subito ad aprire un blog puoi contattarmi oppure crealo tramite questa guida veloce

LinkedIn
Facebook
Twitter

Full Stack Designer

Nasco con la passione per il Design e il web, fin da molto piccolo questo mondo mi ha sempre incuriosito sviluppando una professione che amo e che voglio condividere.

Gratuitamente

Rimani sempre aggiornato e impara ogni giorno!

Anche tu vuoi imparare a muoverti meglio sul mondo del web, marketing e design? Iscriviti e riceverai contenuti esclusivi.

Articoli correlati